Max Mosley fa causa a Google anche nel Regno Unito

Max Mosley continua la sua battaglia legale contro Google: questa volta nel Regno Unito

max_mosley

Max Mosley ormai non è più un volto sconosciuto: ex presidente della Fia, ha già vinto due battaglie legali contro Google perché il motore di ricerca non ha eliminato alcune foto che lo ritraevano in un festino di cui tutti siete a conoscenza (e per chi non lo fosse, sappiate che non si trattava di una festa di compleanno, o meglio: avrebbe potuto pure esserlo, ma i festeggiamenti sono stati molto "particolari").

Approfondisci: si fa un selfie e si salva la vita

Mosley ha avviato una causa contro Google UK perché sul motore di ricerca continuano ad apparire le foto incriminate: rivoltosi all'Alta Corte di Londra, invocando la rimozione di questi scatti presi da un video del 2008, l'ex presidente sta facendo valere il suo diritto alla tutela della privacy, che non significa affatto "diritto all'oblio", come hanno spiegato i suoi avvocati.

Approfondisci: cos'è il diritto all'oblio e come ha cambiato il web

Riesce sempre difficile schierarsi in questi casi: è sufficiente intentare un'azione legale contro chi ha diffuso la notizia e le foto, tra l'altro estrapolate da un video girato di nascosto, oppure bisogna andare oltre? Fossimo stati in Google, avremmo rimosso subito gli scatti: anche se il personaggio è pubblico, il festino era privato e il diritto all'oblio c'entra ben poco: in casa mia posso fare ciò che voglio senza aver timore che i miei comportamenti, qualunque essi siano, vengano raccontati e riprodotti su tutto il web.

In Germania e in Francia Max Mosley ha già vinto le sue cause, con un risarcimento piuttosto elevato, tra l'altro: non abbiamo dubbi, proprio per questo motivo, che riuscirà a far valere le sue ragioni anche nel Regno Unito.

Via | Corriere.it

  • shares
  • Mail