Non solo Facebook: anche OkCupid ha fatto “esperimenti” sui suoi utenti

OkCupid ammette candidamente di aver più volte giocato coi propri utenti, sperimentando per scoprire reazioni e comportamenti. Ecco un assaggio dei test condotti.

okcupid

Gli esperimenti di Facebook per studiare il “contagio emotivo” dei post non sono passati inosservati e c’è anche chi sta cercando di stabilire se il social network di Mark Zuckerberg abbia violato o meno qualche legge. Ma il colosso di Palo Alto non è certo l’unico a sperimentare col proprio bacino di utenti. Anzi, tutto lo fanno. Parola di Christian Rudder, co-fondatore del sito di incontri OkCupid.

Con un post sul blog ufficiale di OkCupid, dal titolo provocatorio “We Experiment On Human Beings!” (facciamo esperimenti sugli esseri umani), il padre di questo popolare portale di incontri non ha soltanto confermato che sì, anche su OkCupid ci si diverte a studiare gli utenti, sperimentare a loro insaputa e capire i loro comportamenti, ma ha anche spiegano nel dettaglio tre diversi esperimenti fatti nel corso del tempo:

Indovinate un po’: se usate internet, siete soggetti a centinaia di esperimenti in ogni momento, su ogni sito. E’ così che funzionano i siti internet.

LEGGI ANCHE: 5 app estive dedicate agli incontri

Messo in chiaro questo, Rudder ha rivelato che nel gennaio dello scorso anno OkCupid ha cercato di provare che l’amore è cieco rimuovendo per 7 ore le foto dai profili degli utenti. Il traffico è calato di colpo, come ci si aspettava, ma l’esperimento ha provato che chi si è lanciato in quelli che a tutti gli effetti erano degli scambi al buio, senza vedere l’altra persona, ha inviato molti più messaggi del solito coi potenziali partner.

Una volta ripristinate le foto, e svelati i profili completi, la maggior parte di quelle conversazioni si sono interrotte, ma chi ha continuato a parlare e deciso di incontrarsi ha poi rivelato a OkCupid di aver trascorso momenti piacevoli come se avessero contattato qualcuno con un profilo completo.

APPROFONDISCI: App per il dating, un fenomeno di costume. Quali le migliori per l'estate?

Un altro esperimento ha invece rivelato che le descrizioni dei profili contano più o meno il 10% nella percezione dell’attrazione di una persona: sono le foto a fare la differenza. Alla foto di una ragazza in bikini, senza alcuna descrizione, ad esempio, gli utenti hanno dato il 99% per la personalità. Un dato estremamente significativo, tenetene conto se avete un profilo online e vi state chiedendo come mai nonostante descrizioni su descrizioni non state ottenendo il successo che vi aspettavate.

Il terzo e ultimo esperimento di cui viene dato conto ha giocato non poco col potere di suggestione degli utenti. OkCupid ha mentito sulle percentuali di compatibilità, vera e propria forza del sito, e ha detto ad alcuni utenti di avere il 90% di compatibilità con alcuni profili, quando il realtà la compatibilità era del 30%. E viceversa.

Il risultato non è stato affatto sorprendente: i profili con alta compatibilità dichiarata hanno iniziato delle conversazioni, quelli con bassa compatibilità si sono evitati, anche se in realtà, sarebbero stati perfetti insieme. Se ne deduce, dice Rudder, che se devi scegliere tra uno o l’altro, il mero mito della compatibilità funziona meglio della semplice verità.

Via | OkCupid Blog

  • shares
  • Mail