5 trucchi per usare meglio il Chromecast

Il Chromecast è un bellissimo aggeggio, piuttosto utile per spedire pagine di Chrome e video di YouTube - ma si può fare anche di meglio!


Comprare un Chromecast non è certo difficile. Questa sorta di chiavetta HDMI ha un prezzo molto contenuto e tutto quello che c’è da fare è connettersi a Internet e ordinarlo da Google oppure Amazon. Con un po’ di pazienza il Chromecast arriva direttamente a casa, e in cinque minuti l’avrete collegato, attivato e lo starete già usando.

Il potenziale di questo device per lo streaming dei video è letteralmente immenso, ma la sua attuale condizione è comunque quella di un gadget agli esordi, che non è ancora sfruttato al massimo. Purtroppo alcune delle sue feature più cool non sono immediatamente visibili all’utente che lo accende per la prima volta, quindi ho pensato di raccogliere alcune di esse, in modo da stimolare la curiosità del nuovo proprietario di un Chromecast.

1. Stabilire la qualità dei Cast




Spedire pagine da Chrome alla TV è una delle funzioni chiave del Chromecast, ma non sempre il nostro PC è all’altezza - oppure i default non vi bastano. Se la vostra rete è buona o cattiva allora potete settare la qualità dello streaming in base alle vostre esigenze dalle Opzioni dell’estensione di Chrome apposita, Google Cast. Il default è “High”, ma potete scendere oppure salire fino a "Extreme". Utilissimo soprattutto con il prossimo trucco.

2. Streaming dei vostri file locali




Se usate Chrome e premete Ctrl+o (o Cmd+o per i Mac) potrete aprire un file locale, tra cui anche un video oppure della musica sotto forma di mp3. Ebbene sì, Chrome può leggere i contenuti multimediali - e ne consegue che può farlo anche il Chromecast, direttamente sulla vostra TV. Se avete un buon segnale WiFi, il vostro PC è potente e il file non è di qualità esagerata potrete guardarvelo direttamente in streaming, senza usare fastidiosi cavi e cavetti.

3. Streaming dei file tramite app




Il metodo descritto sopra è forse uno dei più facili, ma non certo il più potente o versatile. Con una app come LocalCast potete spedire davvero di tutto al vostro televisore, a patto di investire un po’ di minuti nell’esplorazione delle feature e funzioni del software in questione.

Purtroppo non è sempre possibile lo streaming, anche perché il livello di compatibilità dei formati dipende da quanto tempo o impegno lo sviluppatore dell’app ci ha investito.

4. Il cast del desktop/mirror dei device


Chromecast, alcune funzioni utili

Questa opzione è stata attivata recentemente ed è fantastica. Si trova sia nell’estensione Google Cast che nelle app dei vostri device mobile, anche se non è stata attivata per tutti i modelli di smartphone e tablet. Potete anche inviare il sonoro assieme al video - ergo non vi tocca continuare ad ascoltare Spotify dagli speaker del telefono, ma potete usare direttamente la TV di casa, anzi, c’è l’opzione per il cast del solo audio.

5. Cercate altre app compatibili




Google ha creato una pagina apposita per elencare tutte le app compatibili con il piccolo ma agguerrito Chromecast. Ne vengono aggiunte di nuove quasi ogni giorno, perché il device è aperto agli sviluppatori.

Non c’è niente di meglio di alzarsi alla mattina e scoprire che qualcuno ha resto il Chromecast più interessante e potente!

  • shares
  • Mail