Project Zero: anche Geohot nel team di hacker di Google

Geohot è il nickname di George Hotz, hacker a cui si deve una serie di jailbreak di iPhone.

MEMBER EXCHANGE-PEOPLE

Il team di hacker con cui Google sta formando il suo Project Zero si arricchirà con una vecchia conoscenza di Internet: si tratta di Geohot, all'anagrafe George Hotz, famoso per essere il nome dietro a diversi jailbreak del software di sistema di iPhone, nonché per la lunga battaglia legale causata dalle sue "gesta".

Ne parla Wired, secondo cui Chris Evans, security engineer di Google che sta reclutando il team di Project Zero, avrebbe contattato Geohot dopo una serie di segnalazioni da lui effettuate sulle falle di ChromeOS. Oltre a 150.000 dollari di ricompensa, per Hotz anche l'ingresso nello speciale team al lavoro per scongiurare il prossimo Heartbleed.

Leggi anche: Project Zero, così Google tutela il web e punta tutto sulla sicurezza

Gli altri membri di Project Zero includeranno i nomi di Ben Hawkes, Tavis Ormandy e Brit Ian Beer, ma la campagna acquisti di Google non è ancora finita: altri esperti di sicurezza potrebbero dunque unirsi al gruppo formato da Evans, che ha parlato così del progetto:

"Le persone meritano di usare Internet senza paura che le vulnerabilità possano rovinare la loro privacy con una sola visita a un sito. Proveremo a concentrarci su queste vulnerabilità ad alto impatto e a eliminarle."

Leggi anche: Heartbleed, ancora più di 300.000 server infetti

  • shares
  • Mail