Google, controfferte-lampo per impedire la fuga di dipendenti verso Facebook

In caso di offerta da Facebook, Google preparava la sua contromossa in appena un'ora.

Google's Executive Chairman Eric Schmidt Speaks At San Francisco's Commonwealth Club

Le grandi aziende tecnologiche americane non si contendono solo il mercato, ma anche gli uomini che ne fanno parte: contratti con clausole specifiche e altri tentativi sono infatti all'ordine del giorno, per impedire che persone impiegate presso Google passino in Facebook, e viceversa.

Da una serie di email che coinvolge anche l'ex CEO di Google, Eric Schmidt, possiamo curiosare in quella che era la strategia dell'azienda di Mountain View nel 2007, con la quale essa provava a trattenere le persone che avevano ricevuto offerte di lavoro da Facebook, all'epoca relativamente neonata.

Leggi anche: Android For Work, dati personali e di lavoro nello stesso dispositivo
google-facebook-email-1

Nel primo messaggio, scritto dal manager Vijay Gill, si legge quanto segue in un quote proveniente da un'altra email:

"Mi hanno detto che Google sta pensando di migliorare sensibilmente le controfferte ai candidati che hanno offerte di lavoro da Facebook. La società sta anche istituendo una regola in base alla quale siamo impegnati a fornire una controfferta nel giro di un'ora ai Googlers che affermano di aver ricevuto offerte da Facebook."

Giustamente, Gill esprimeva anche i suoi dubbi in merito:

"Sembra che voglia premiare chi entra in contatto con Facebook. [...] Questa regola mi disturba."

Leggi anche: Diritto a essere dimenticati, Google scrive a tutti gli utenti

Dopo qualche ora, arrivava la risposta di Eric Schmidt, confermando il tutto in modo particolare:

"Dato che ho annunciato questa regola dell'ora appena 24 ore fa, dovremmo essere imbarazzati e disgustati da questo leak."

I documenti arrivano dalla causa in corso presso la Corte Distrettuale del giudice Lucy Koh, basata sull'esistenza di un "patto di non assunzione" tra Apple, Google, Intel e Adobe, dal quale appunto era esclusa Facebook. Le parti hanno proposto un accordo da 324 milioni, sul quale il giudice dovrebbe esprimersi a breve.

Via | Qz.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail