La Francia contro le spedizioni gratuite di Amazon, che ora le fa pagare 0,01 euro

Amazon provoca le autorità francesi, stabilendo un "pagamento" per le spedizioni di 0,01 euro.

amazon-france

Fatta la legge, trovato l'inganno. Dopo che in Francia è entrata in vigore la legge "anti-Amazon" che vieta spedizioni gratuite, la società di Jeff Bezos ha infatti iniziato a chiedere 0,01 euro per consegnare a domicilio la merce ordinata via Internet dai suoi clienti.

Come parte della stessa legge, approvata in una rara alleanza tra socialisti e UMP, Amazon non potrà neanche vendere libri nuovi a prezzi scontati, come fa invece nel resto del mondo: una doppia mazzata alla società americana, che ha deciso di reagire in modo provocatorio a una legge che essa ritiene ovviamente ingiusta.

Leggi anche: Amazon lancia il proprio servizio di streaming musicale

Ad aumentare notevolmente il malumore di Amazon, troviamo infatti la possibilità per aziende concorrenti di continuare a scontare i libri del 5% e offrire spese di spedizione gratuite, anche nel caso in cui si tratti di venditori con una forte presenza online, come FNAC.

Tra le possibilità di Amazon, la principale è naturalmente quella di ricorrere in appello presso l'Unione Europea, che secondo le voci di corridoio riterrebbe la legge francese in contrasto con le leggi sulla concorrenza. Colpirne uno e lasciare che tutti gli altri continuino a fare ciò che facevano prima, del resto, è nient'altro che un'operazione mirata: guarda caso, la sopra citata FNAC è francese.

Leggi anche: Amazon UK, salto al 1994 per festeggiare gli Oasis

Via | Engadget.com
Foto | Evigo.com

  • shares
  • Mail