Papa Francesco e i falsi profili su Facebook: come riconoscerli e come segnalarli

Facebook è pieno di profili falsi e il recente hack di una pagina dedicata a Papa Francesco ha riacceso l'attenzione di questo fenomeno difficile da contrastare.

Falsi profili su Facebook

Il recente hack di una pagina su Facebook dedicata a Papa Francesco ha fatto scoprire a molti di quei 1,3 milioni di follower che quella non era effettivamente la pagina ufficiale del Santo Padre, che ha preferito Twitter a Facebook per restare in comunicazione coi fedeli da ogni parte del Mondo.

La pagina è stata rimossa, ma prima che questo accadesse siamo andati a controllare, come molti altri, se si trattasse o meno di un profilo autentico: al di là della mancanza del badge blu che Facebook affida alle pagine verificate, quelle cioè che appartengono a tutti gli effetti a un personaggi famosi, la pagina Papa Francesco non conteneva alcun riferimento al fatto che fosse una fan-page, creata da qualcuno come omaggio al Santo Padre.

E’ sufficiente fare un giro di Facebook per trovare decine e decine di pagine dedicate a Bergoglio, tutte ricche di like. Papa Francesco I - Jorge Mario Bergoglio conta quasi 2 milioni di fan e non spiega chiaramente di essere una fan-page, così come non lo spiegano le moltissime altre pagine-cloni. La fantasia si spreca: tra profili falsi, pagine e gruppi, il social network di Mark Zuckberg è pieno di Papa Francesco, Francesco Papa, Papa Bergoglio, Santo Padre e chi più ne ha più ne metta.

papa-francesco-profili-falsi-02

LEGGI ANCHE: Facebook: arrivano “femminiello”, “genere non conforme”, “persona trans”

E lo stesso vale per un qualunque altro personaggio famoso, attore, cantante o politico che sia. E’ il rovescio della medaglia: più cresce la popolarità, più aumentano le pagine fake su Facebook. E dire che il social network è molto chiaro al riguardo:

Non sono consentiti account che:
- impersonano altre persone;
- usano le tue foto;
- presentano un nome falso;
- non rappresentano una persona reale (account falsi).

ma tra la teoria e la pratica c’è un abisso. In fase di registrazione Facebook non pone limiti. Ho fatto qualche prova e in pochi istanti sono riuscito a creare almeno un paio di pagine - poi subito rimosse - dedicate proprio a Papa Francesco. Facebook non mi ha chiesto nulla né mi ha impedito di scegliere un nome già esistente.

LEGGI ANCHE: Pier Carlo Padoan su Twitter dichiara morto Giorgio Armani, ma è solo un fake che racconta una bufala

Come riconoscere un profilo falso su Facebook

Come si fa, allora, a riconoscere una pagina ufficiale da una falsa? Il metodo più semplice è senza dubbio il badge azzurro che Facebook dà agli Utenti Verificati. Se quella pagina o quel profilo ha il badge azzurro, state pur certi che si tratta di una pagina ufficiale. Quel badge, però, non è per tutti. Facebook spiega chiaramente:

Verifichiamo i profili o le Pagine per aiutarti ad avere la certezza che rappresentino chi dicono di essere. Ricorda che non tutti i profili e le Pagine autentiche sono verificate, e che non puoi richiedere la verifica del tuo profilo o della tua Pagina.

E’ Facebook a scegliere chi verificare, quindi non è raro che qualcuno di famoso - magari meno di Lady Gaga o i Queen - non riesca a vedersi verificato l’account. In quel caso spetta al diretto interessato il compito di scrivere nella descrizione del profilo che si tratta di un profilo ufficiale e di diffidare da altri contenuti simili, ma il rischio che qualcuno faccia lo stesso pur non essendo il diretto interessato c’è.

LEGGI ANCHE: Su Facebook ben 138 milioni di account sono falsi

Come segnalare un profilo falso su Facebook

Anche per questo motivo Facebook spiega chiaramente come segnalare gli account falsi, lasciando quindi agli utenti il compito di fare il lavoro sporco, destreggiarsi nella giungla dei falsi profili e inviare le segnalazioni.

Per farlo è sufficiente visitare la pagina incriminata, cliccare sull’icona coi tre punti sull’immagine di copertina e scegliere “Segnala”. Delle semplici istruzioni vi guideranno nella scelta delle opzioni corrette. Date ok e il gioco è fatto, la palla ora passa a Facebook, a cui spetta la decisione finale.

Falsi profili su Facebook

Non sarebbe meglio prendere qualche precauzione in più a monte, in fase di registrazione? Per come è impostato Facebook, allo stato attuale, sembra però impossibile fare opera di controllo. E visto il successo che il social network continua a riscontrare, nuova registrazione dopo nuova registrazione, dubito che verranno effettuati dei cambiamenti in questo senso in un futuro vicino o lontano.

  • shares
  • Mail