Sheryl Sandberg: Facebook non può controllare le emozioni delle persone

Sheryl Sandberg prova a spegnere le polemiche sugli esperimenti di Facebook.

Technology Business Leaders Address Salesforce Conference

Facebook e i suoi esperimenti sono sulla bocca di tutti in questi giorni: il social network è infatti accusato di aver giocato con la privacy dei suoi iscritti, al fine di studiare il mutamento delle emozioni senza renderli partecipi della loro partecipazione allo studio.

Leggi: Esperimenti di Facebook, social network sotto indagine nel Regno Unito

Un argomento che in giro per il mondo inizia a essere preso seriamente anche dalle autorità, come nel Regno Unito dove Facebook è ufficialmente finito sotto indagine. Un tentativo di smorzare le polemiche arriva da Sheryl Sandberg, COO di Facebook, intervistata da NDTV:

"Abbiamo comunicato molto male sullo studio sulle emozioni. Speriamo che gli utenti capiscano che teniamo alla loro privacy... vogliamo essere trasparenti e fornire loro il controllo."

Secondo quanto rivelato da Sandberg, lo studio sarebbe stato molto breve, circa una settimana, e condotto seguendo una procedura che avrebbe protetto la privacy dagli iscritti a Facebook: informazioni piuttosto vaghe, che non scendono nel dettaglio e che per questo stentiamo a credere possano servire a placare gli animi.

Leggi: Facebook, esperimenti per manipolare le emozioni degli utenti

Come già accennato l'Information Commissioner’s Office (ICO) britannigo indagherà per stabilire se Facebook ha violato le leggi locali sulla protezione dei dati, cercando di capire l'uso del materiale personale degli iscritti e se le persone abbiano in un modo o nell'altro dato il loro consenso.

Nel frattempo, la parola finale della COO, alla quale dobbiamo(?) credere:

"Facebook non può controllare le emozioni degli utenti. Facebook non controllerà le emozioni degli utenti."

Via | Boingboing.net

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail