Esperimenti di Facebook, social network sotto indagine nel Regno Unito

L'Information Commissioner’s Office cercherà di stabilire se Facebook ha violato le leggi del Regno Unito.

cercare persone su facebook

Come sicuramente saprete, Facebook ha ammesso di aver condotto esperimenti per studiare il “contagio emotivo” dei post, analizzando le reazioni dei propri iscritti a determinati tipi di contenuti: il tutto, senza che le persone coinvolte (potrebbe essere stato praticamente chiunque) siano state informate della cosa.

Quanto basta per scatenare polemiche in tutto il mondo, finite ora anche sulle scrivanie delle autorità: si parte dal Regno Unito, dove l'Information Commissioner’s Office (ICO) ha deciso d'indagare sui suddetti esperimenti per stabilire se Facebook ha violato le leggi locali sulla protezione dei dati.

Approfondisci: Facebook, esperimenti per manipolare le emozioni degli utenti

Un argomento estremamente delicato, all'interno del quale l'ICO proverà a capire l'entità dei dati personali degli iscritti a Facebook messa in ballo dagli esperimenti, e soprattutto se le persone abbiano in un modo o nell'altro dato il loro consenso. Il "data regulator" britannico collaborerà anche con quello irlandese, visto che il quartier generale di Facebook in Europa si trova a Dublino.

Adam D. I. Kramer, co-autore dello studio e membro del team di Core Data Science di Facebook, si è difeso di recente dalle polemiche in questo modo:

“La ragione per cui abbiamo compiuto questi studi deriva dalla nostra preoccupazione nei riguardi dell’impatto emotivo di Facebook, perché a noi importa delle persone che usano il nostro prodotto.

Abbiamo ritenuto importante investigare su alcune percezioni comuni: ad esempio, se vedere che i nostri amici postano contenuti positivi induca un individuo a sentirsi negativo oppure tagliato fuori. Allo stesso tempo, ci preoccupava che l’esposizione alla negatività degli amici inducesse le persone a evitare Facebook.

Purtroppo non abbiamo chiaramente spiegato le motivazioni alla base di questo studio”.

Leggi: Mondiali 2014 su Facebook: già oltre 1 miliardo tra post, like e commenti

Via | Thenextweb.com

  • shares
  • Mail