Google compra Songza, servizio di streaming musicale

Google proverà a integrare le funzionalità di Songza nel suo servizio di streaming musicale.

La battaglia nel campo dello streaming di musica si fa sempre più serrata, andando avanti a colpi di acquisizioni: ad Apple che ha fatto sua Beats insieme al suo servizio Music, risponde Google che ha comprato Songza, rilanciandosi così all'interno di un campo dove le prime donne in gioco sono sempre di più.

Secondo quanto affermato dalla stessa azienda americana, l'acquisizione di Songza non porterà particolari stravolgimenti alla piattaforma di streaming già esistente in casa Google, che proverà a esplorare modi per incorporare Songza in essa. Allo stesso modo, il servizio offerto dalla piattaforma nata nel 2007 continuerà almeno per ora a operare come ieri.

Leggi: Apple compra Beats, su Melablog
songza

Sconosciuti per il momento i dati dell'operazione riguardanti il costo: secondo il New York Post, Google avrebbe offerto in precedenza 15 milioni di dollari per comprare Songza, ma la cifra potrebbe naturalmente essere cambiata durante le trattative.

Le piattaforme di streaming sono sempre più gettonate dagli amanti della musica, come confermano i dati di vendita in calo rispetto al successo di Spotify, Pandora e simili: l'ingresso di Google in questo mercato risale al 2013, con il lancio di Play All Access. Prossimamente, anche YouTube debutterà con un servizio di streaming a pagamento.

Leggi: Mondiali FIFA Brasile 2014: Spotify Loves Football lancia le playlist dei calciatori

Via | Reuters.com

  • shares
  • Mail