L’angolo della nostalgia: i software di ieri, Netscape Navigator

Netscape Navigator è stato il browser di riferimento degli anni '90.

Quando si parla di browser, ormai, la questione è ampiamente dibattuta tra chi preferisce Chrome, Firefox, Internet Explorer, Safari o uno dei tanti software di navigazione disponibili attualmente sul mercato. Negli anni '90, però, ci sono stati alcuni anni in cui a dominare la scena era l'indimenticabile Netscape Navigator, discendente diretto del primissimo Mosaic, ora praticamente scomparso.

Per raggiungere l'obiettivo di sconfiggere Netscape, Microsoft dovette studiare un modo finito poi al centro della famosa causa in materia di antitrust: stiamo parlando della decisione d'installare Internet Explorer su Windows sfruttando la propria posizione dominante nel mercato dei sistemi operativi. Quando l'accusa di monopolio fu confermata nelle aule di tribunale, per Netscape era comunque troppo tardi.

Leggi: I software di ieri, Encarta
Navigator_1-22

Il prodotto di punta della Netscape Communications vide dunque un inesorabile declino all'inizio del nuovo millennio, trovandosi letteralmente soppiantato da Internet Explorer, proprio nel momento in cui Internet viveva il suo primo boom: se la concorrenza spietata dell'azienda di Redmond giocò un ruolo importante, c'è comunque da dire che la stessa società produttrice non riuscì a innovare il suo browser nello stesso modo dei primi anni '90, perdendo così la corsa alle nuove tecnologie.

Nonostante la fine dei suoi giorni d'oro, Netscape Navigator ha continuato a essere sviluppato e supportato da AOL, fino al 28 dicembre 2007, giorno in cui furono fermati tutti i progetti in essere sul browser, aggiornato con patch di sicurezza fino al 1 marzo dell'anno successivo.

Leggi: I software di ieri, il boot di un PC degli anni ’90

  • shares
  • Mail