Bitcoin, in California legali: abrogata legge che proibiva valute diverse dal dollaro

In California è via libera all'uso dei Bitcoin

bitcoin

Solo ieri vi parlavano del primo bancomat Bitcoin in Italia e oggi siamo qui a dirvi che in California è arrivato il nulla osta formale: in altri termini, non c'è più nulla che vieta di usare il nuovo strumento di pagamento, e a ragion veduta; la California, infatti, è uno stato popolatissimo e la norma che proibiva esplicitamente l'uso di qualsiasi valuta diversa dal dollaro non faceva altro che creare problemi su problemi.

Ecco cos'è PayPal e come funziona

Oggi, però, il governatore dello stato americano, Jerry Brown, ha approvato definitivamente l'abrogazione della legge e ha formalizzato l'accettazione di strumenti di pagamento come Bitcoin e Starbucks Stars.

"La nuova legge - queste, le parole del californiano Roger Dickinson (via Los Angeles Times) - si limita di fatto a riconoscere una prassi ormai consolidata che ha già trovato la legittimazione di alcune grandi società private. In un’epoca caratterizzata da sistemi di pagamento in evoluzione come gli Amazon Coins o le Starbucks Stars, non è possibile ignorare il crescente utilizzo di denaro alternativo".

Dalle dichiarazioni, insomma, si evince che la legge si limita a prendere atto di una situazione ben consolidata: questo non vuol dire che quanto accaduto abbia poca importanza, visto che la California è uno stato popolatissimo e l'impulso all'acquisto dei Bitcoin - per quanto la sicurezza non sia proprio il massimo, ed è un fatto risaputo - sarà senz'altro notevole.

Via | Reuters

  • shares
  • Mail