Twitter dà la caccia alla satira dei politici tramite account fake


Chi legge molto Twitter in inglese non può negare di farlo anche per via dei comicissimi "fake" di alcune celebrità, non ultimi diversi famosi politici o attori americani. Personalmente, trovo che uno dei migliori e più divertenti fake su Twitter sia Mrs. Fry, la sedicente moglie dell'attore gay britannico Stephen Fry, che spesso si trova a condividere con la finta moglie esilaranti siparietti virtuali di vita domestica a due.

Ora, nonostante sia sempre più diffuso, da una parte, l'uso di verificare ufficialmente con apposito badge i "vip" presenti su Twitter e, dall'altra, l'ammissione di essere un brillante fake da parte di questi impersonatori, il quartier generale di Twitter ha cominciato a far la voce grossa contro questa tendenza, promettendo di cominciare a cancellare gli account più dubbi e sospetti.

Pare che ci siano stati molti imbarazzi in India per colpa delle scorrerie comunicative del fake di una nota donna politico locale (ora Ministro degli Esteri), Shashi Tharoor. L'account del suo fake è stato eliminato, facendo insorgere tanti altri politici presi di mira da satira simile. Secondo me, la policy di verificare alcuni profili è sacrosanta, ma proprio per questo poi bisognerebbe lasciare la libertà ai veri e propri scrittori satirici, che sono una delle anime di Twitter, di fare il proprio "dovere" e il nostro piacere.

  • shares
  • Mail