Google+ Premium, valanga di aggiornamenti per tutta l'utenza aziendale

Google Plus Premium si aggiorna per tutta l'utenza aziendale: ecco gli ultimi cambiamenti

google plusGoogle+ Premium si aggiorna e lo fa in grande stile, quindi coloro che usano il social network all'interno di un'impresa e sono dunque in possesso di un account aziendale (facciamo riferimento a Google Apps, in altri termini) si preparino a una valanga di novità. Il roll-out di cui parliamo è iniziato nella giornata di lunedì, ma delle nuove caratteristiche di Google Plus si sa quasi tutto ancora oggi, quindi a distanza di due giorni.

Google ammette gli errori fatti con Google Plus!

A parlare è stato Michael Cai, Product Manager della compagnia, che sul blog ufficiale di Google Enterprise ha spiegato in cosa consistano questi cambiamenti e, soprattutto, come mai l'azienda ha pensato di attuarli:

"Oggi stiamo rilasciando queste caratteristiche premium per tutti. Non cambierà affatto la modalità con cui hai precedentemente interagito con Google o Hangout, ma consentiremo a tutti di accedere a caratteristiche specifiche per il business".

Prima, queste feature di cui parla Michael Cai erano disponibili solo per gli amministratori IT; a partire da lunedì, invece, tutti coloro che sono clienti di Google Apps potranno avere non poche sorprese: sarà possibile, per esempio, creare post sul social network visibili soltanto ai propri dipendenti (ovviamente con opzioni di condivisione e personalizzazione avanzate); il post, inoltre, non potrà essere condiviso con persone esterne, e gli stessi profili dei dipendenti potranno essere nascosti dai risultati di ricerca. Anche Hangout cambierà leggermente: l'utenza premium, infatti, potrà avviare delle chat video con massimo quindici persone, e persino in alta definizione.

Scopri le ultime novità di Google Plus per le tue vacanze!

Un utile aggiornamento per l'utenza


Non che Google Plus ci entusiasmi come social network - anche perché è fastidioso il fatto che bisogna averlo obbligatoriamente al fine di usare completamente alcuni servizi come YouTube -; il lavoro di Google, però, è senz'altro degno di lode. D'altra parte, è stato lo stesso Michael Cai a scriverlo: l'obiettivo era offrire una "più mirata esperienza Google+ con opzioni di controllo avanzate", e così è stato. Vedremo, a questo punto, come reagiranno gli utenti premium.

Via | NDTV Gadgets

  • shares
  • Mail