Google, dal caso Aptoide nuova indagine dell'antitrust europea

Google avrebbe progressivamente reso sempre più difficile la vita di Aptoide, app store alternativo nato in Portogallo.

aptoide

L'Unione Europea potrebbe mettere nuovamente gli occhi su Google, in materia di antitrust. È quanto emerso nelle ultime ore, dopo l'incontro tra la Commissione Europea e Aptoide, marketplace alternativo per Android che ospita attualmente oltre 200.000 applicazioni.

Aptoide, che vanta anche la bellezza di oltre 6 milioni di utenti attivi, avrebbe mostrato alle autorità i dettagli riguardanti le politiche di Google nei confronti dell'app store alternativo, ritenute scorrette dai portoghesi.

Leggi: TripAdvisor: l’Antitrust indaga sulle false recensioni

Nel dettaglio, a creare problemi ad Aptoide sarebbe la decisione di Google di ostacolare la diffusione degli app store di terze parti, soprattutto attraverso l'impossibilità di far accettare su Play Store un'applicazione ufficiale, a causa delle clausole dell'azienda di Mountain View che obbligano a non entrare in competizione con essa.

Oltre a quanto appena riportato, secondo Aptoide un ulteriore colpa di Google sarebbe quella di aver reso progressivamente più complicato su Android l'impostazione del sistema operativo per scaricare app di terze parti: secondo i dati forniti, a partire da Android 4.0 solo il 20% degli utenti riuscirebbe a raggiungere l'impostazione da cambiare, mentre con Android 2.1 tale percentuale era pari all'80%. Aptoide protesta anche per le politiche di Google nei confronti degli OEM, obbligati a installare tutte le applicazioni mobile della società americana, Play Store incluso, quando magari gli utenti vorrebbero usarne solo una parte.

Leggi: Google, un milione di euro di multa in Italia per Street View

Last but not least, come direbbero gli anglofoni, il browser Chrome avrebbe bloccato la pagina dell'installer di Aptoide per circa quattro settimane, sostenendo che essa conteneva malware: sarebbero stati vani anche i tentativi di contattare Google per sbloccare la pagina.

Via | Bgr.com

  • shares
  • Mail