Silk Road, l'FBI venderà i Bitcoin sequestrati all'asta

La vendita dei Bitcoin dell'FBI avverrà il prossimo 27 giugno: accettate solo offerte cash.

bitcoins

Tentativo di destabilizzare la (mal) tollerata economia dei Bitcoin e/o modo per incamerare una bella quantità di dollari? Sono le domande che sorgono più che spontanee, dopo l'annuncio da parte dell'FBI della decisione di vendere all'asta i Bitcoin sequestrati nell'operazione legata a Silk Road.

I circa 30.000 bitcoin sequestrati andranno all'asta il prossimo 27 giugno, per la durata complessiva di 12 ore: gli interessati potranno registrarsi entro il 23 giugno, versando 200.000 dollari sul conto governativo fornito dall'FBI. Ogni offerta dell'asta, secondo quanto descritto, dovrà essere in contanti e in dollari americani.

Leggi: Silk Road, il sequestro dell'FBI

Considerando l'attuale valutazione dei Bitcoin, pari a circa 650 dollari per ogni coin, i circa 30.000 bitcoin in possesso delle autorità potranno fruttare loro la bellezza di 2 milioni di dollari, ottenuti vendendo la moneta virtuale a pacchetti da 3.000 bitcoin, con blocco finale da 2,657 bitcoin.

Come abbiamo avuto modo di vedere in passato, la scelta dell’FBI di mettere all'asta i Bitcoin sequestrati rischia di avere seri contraccolpi sull'economia stessa della moneta: la messa in vendita questa massa gigantesca di valuta potrebbe infatti causare una perdita di valore abbastanza netta, facendo così tracollare il rapporto di cambio tra Bitcoin e Dollaro.

Leggi: L'FBI chiude Silk Road e arresta il suo creatore

Adesso, a ogni modo, abbiamo una data in cui scopriremo se questi timori si trasformeranno in realtà.

Via | Cnet.com

  • shares
  • Mail