Google acquista Skybox per $500 milioni: foto satellitari e collegamento Internet durante i disastri

Google compra le foto ad alta definizione dai satelliti di Skybox Imaging, ma fa di più: pianifica di usare questi "occhi nel cielo" per collegare a Internet le zone colpite da disastri.

Skybox, la rete satellitare super economica ma efficace

La qualità delle immagini satellitari di Google è destinata ad avere un’impennata ora che la corporation ha acquistato per mezzo miliardo Skybox Imaging, azienda specializzata nelle riprese e fotografie ad altissima definizione da satellite.

Mezzo miliardo di dollari sembra un prezzo elevato per delle fotografie, ma la startup ha già parecchi risultati nel suo carniere. Ha lanciato in orbita il suo primo satellite a novembre del 2013 e ne “sparerà” otto entro la fine dell’anno prossimo. Il totale sarà di 24, entro il 2018 - tempi strettissimi per le imprese che comprendono tra le proprie attività commerciali quella di sollevare quintali di elettronica fino all’orbita geo-stazionaria.

Skybox tuttavia non ha fatto fatica ad assicurarsi fondi, perché accanto al know-how offre anche un servizio unico: foto ad alta risoluzione dallo spazio offerte in vendita a entità di tipo privato o commerciale . Di più, i progetti nel campo dello sviluppo software di Skybox comprendono anche lo studio di algoritmi di analisi che sfrutteranno questi scatti dal cielo - come? Possiamo ipotizzare analisi del traffico, del clima e della presenza umana sul territorio, informazioni che possono valere letteralmente miliardi per qualcuno.


    I satelliti di Skybox
    Skybox, la rete satellitare super economica ma efficace

    I satelliti creati da Skybox sono estremamente economici. La tecnologia tradizionale per le foto ad alta definizione usa satelliti che pesano tonnellate, mentre il modello creato da questa startup super-intelligente pesa 20 volte di meno. Le sue dimensioni sono state equiparate a quelle di un piccolo frigorifero minibar.

    Cavi, circuiti e schede madri sono di origine automobilistica, e tutto il sistema elettronico è compreso in una scatola non più grande di un elenco del telefono, che consuma meno di una lampadina da 100W.

    I processori sono i più veloci ed economici della tipologia FPGA disponibili sul mercato, ma il pacchetto da spedire in orbita è sufficientemente leggero da consentire a Skybox di allestire un network di satelliti in soli tre o quattro anni, tutti capaci di fornire immagini con risoluzione inferiore a un metro, a un costo estremamente contenuto per un’operazione del genere.

Skybox condivide con Google anche il proprio indirizzo, anche questa startup ha il suo quartier generale a Mountain View. Google ha annunciato di voler usare i dati e il supporto dei satelliti di Skybox anche per aiutare in caso di catastrofi ambientali, anche se non viene specificato come - o sfruttando le analisi al suolo per trovare percorsi adatti a trasmettere il segnale oppure fisiciamente, facendo da punto di connessione?

LEGGI ANCHE: L'auto di Google si guida da sola, niente volante nè freni

Un altro uso possibile, anzi, sicuro, è quello di fornire a Google dati più precisi sul territorio da sfruttare con le proprie auto che si guidano da sole.

Via | Skybox Blog

  • shares
  • Mail