5 software che (forse) non useremo più tra 15 anni

Tra l'uomo e il software, tra 15 anni sarà tutto diverso da ora. O forse sarà più uguale di come si pensi: proviamo a immaginarlo!

a:2:{s:5:"pages";a:5:{i:1;s:0:"";i:2;s:20:"DVD e Blu-ray ripper";i:3;s:22:"Navigatori satellitari";i:4;s:15:"Editor di testo";i:5;s:37:"Raccoglitori di email, foto, eccetera";}s:7:"content";a:5:{i:1;s:1728:" emule

La tecnologia è in grado di sorprenderci in tantissimi modi: chi l'avrebbe mai detto, infatti, negli anni d'oro di IRC che i client per questo tipo di chat non si sarebbero più usati in tempi brevi? Anche se un manipolo di eroi resiste tutt'oggi, mIRC e affini sono stati rimpiazzati da altri servizi di instant messaging come MSN Messenger, che a loro volta hanno dovuto cedere il passo ad altri software e piattaforme.

Quello legato alla messaggistica è solo un esempio, ma facendo mente locale è possibile trovare tanti altri programmi che 15 anni fa usavamo assiduamente, e che invece ora sono poco più che un ricordo. Oggi vogliamo però giocare a guardare verso il futuro, provando cioè a immaginare quali saranno i software che non useremo più tra 15 anni, o che comunque vedranno un radicale cambiamento rispetto al modo in cui ne usufruiamo attualmente.

Partiamo con eMule e il panorama del peer-to-peer in generale, al quale ormai da tempo molti sono affezionati. Come sicuramente sapete, tramite queste piattaforme si può scaricare qualsiasi tipo di materiale, legalmente e non, causa quest'ultima delle tante battaglie delle major discografiche e degli studios cinematografici.

Il processo di cambiamento al di fuori delle aule dei tribunali si è rivelato un modo vincente di affrontare il problema: da qui a 10 anni immaginiamo quindi che le linee sempre più veloci, accompagnate da contenuti on-demand forniti da tecnologie sempre più avanzate, possano definitivamente (o quasi) risolvere il problema della pirateria informatica, permettendo a tutti di guadagnarci anche grazie a formule di abbonamento e consumo dei contenuti di tipo innovativo.

";i:2;s:538:"

CD, DVD e Blu-ray ripper


bluray

Se per CD e DVD la marcia funebre è già iniziata, per i Blu-ray è solo questione di tempo: l'avanzamento del digital delivery, già citato nella pagina precedente, è ormai a uno stato tale da permetterci d'immaginare la fine dei supporti ottici, relegati in 10 anni a elemento da collezionisti come i dischi a 33 giri in questo momento.

Niente più necessità di rippare i propri film per creare un archivio digitale, visto che questo ci verrà comodamente offerto da qualcun altro!

";i:3;s:877:"

Navigatori satellitari


google maps navigation

Calmi, calmi. Sappiamo che continueremo a usare i navigatori anche tra 15 anni, ma non nel modo in cui lo facciamo ora. Ammettendo che le auto che si guidano da sole riescano a entrare sul mercato in tale lasso di tempo, occorrerà semplicemente impostare una destinazione per godersi il viaggio, senza stare comunque a fissare lo schermo per paura di non sentire un'indicazione o di riceverla con troppo ritardo rispetto alla manovra da effettuare.

Tutta un'altra musica per il nostro modo di viaggiare, che immaginiamo sarà estremamente più rilassato, mentre i navigatori se la vedranno col sistema operativo della nostra driverless car.

";i:4;s:579:"

Editor di testo


word

Tra assistenti virtuali, riconoscimento vocale, motion tracking e controlli ortografici automatizzati, non occorrerà più affidarsi a una tastiera (reale o virtuale che sia) per scrivere i propri testi.

Anche in questo caso, più che di una vera e propria sparizione si tratterà di una trasformazione radicale, grazie alla quale però sarà possibile lasciare che siano i vari servizi a occuparsi di come ciò che dettiamo verrà scritto e infiocchettato, lasciandoci liberi dal dover avere a che fare con gli aspetti più fastidiosi.

";i:5;s:646:"

Raccoglitori di email, foto, eccetera


photo-organizer

Lo sappiamo che amate avere il vostro client di posta elettronica con tutti i messaggi in locale, così come sappiamo che vi piace usare il vostro tool preferito per organizzare le foto che possedete. L'avanzamento delle tecnologie d'immagazzinamento cloud, però, ha l'obiettivo di spazzare via tutto questo, e prima o poi ce la farà.

Attentato alla privacy di ognuno e/o metodo per avere definitivamente al sicuro tutto il proprio materiale, al riparo da eventuali guasti dei dispositivi che si possiedono: ai posteri l'ardua sentenza, se ne riparlerà tra 15 anni.";}}

  • shares
  • Mail