Apple non è preoccupata da Windows 7, dicono gli analisti



Windows 7 arriverà ufficialmente sul mercato il prossimo 22 ottobre, ma Apple continua a dormire sonni tranquilli. A sostenerlo è Brian Marshall, autorevole analista di Broadpoint AmTech.

Marshall ha analizzato l'andamento del mercato durante i lanci dei precedenti Windows, notando che nei periodi presi in esame i trend di vendita dei computer Macintosh non sono calati in modo sensibile, e in certi casi sono addirittura aumentati. La ricerca è stata effettuata prendendo in esame Windows 98, Windows 2000, Windows XP e Windows Vista.

«Ho analizzato l'impatto del lancio dei precedenti quattro Windows e non ho trovato correlazioni negative tra essi e le vendite dei Mac» ha dichiarato l'analista. «Infatti i lanci di Microsoft hanno quasi comportato un'accelerazione nelle vendite dei Mac».

Questa impermeabilità ai successi altrui viene così spiegata da Marshall: «Apple ha una fetta di mercato piuttosto piccola, e non dipende dai risultati degli altri. Quando nel tempo cresceranno, comunque, tutto ciò cambierà. Quindi la prossima versione di Windows potrebbe avere un impatto su Apple, ma non Windows 7».

via | The Standard

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: