Non resiste a Facebook mentre ruba in casa: identificato un ladro troppo "social"


Come è stato già riportato dai colleghi di 06blog, ad Albano Laziale, in Provincia di Roma, è successo che un topo d'appartamento venisse identificato dai Carabinieri per aver fatto login nel suo account Facebook da un PC trovato connesso in una casa che stava svaligiando.

Il furto risale allo scorso aprile, e davvero mi pare aver stabilito - involontariamente - una nuova frontiera nel settore del cosiddetto wardriving, ovvero dello "scrocco" di banda tramite grazie a reti non protette. Resta incredibile come questo sia già il secondo caso ufficialmente riportato in cui una cosa del genere accade, in meno di un mese.

Scherzi a parte, una notizia come questa è davvero un ineluttabile segno dei tempi che stiamo vivendo, in cui il continuo collegamento alla rete implica a volte un pericoloso scollegamento dalla realtà (anche se in questo caso è stato risolutivo per un caso investigativo), e non solo i "colletti bianchi" sono sempre più vittime della facebookmania sul posto di lavoro.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: