Do Not Track, Yahoo non rispetterà le richieste degli utenti

Yahoo mette in chiaro che non ha nessuna intenzione di rispettare le richiesta di Do Not Track degli utenti.

Tempi duri per il Do Not Track, quello che avrebbe dovuto essere uno standard auto-imposto per i pubblicitari che consentiva ad un utente di scegliere di non essere seguito sito per sito dai dispositivi software che analizzano il suo comportamento per bersagliarlo di pubblicità mirate. Yahoo!, con un post che lascia poco spazio all’immaginazione, ha deciso che ignorerà le richieste degli utenti e continuerà ad agire come ha sempre fatto.

Il Do Not Tack, adottato dai principali browser già da un 2-3 anni, rappresenta soltanto una richiesta degli utenti che i siti possono rispettare oppure no. E l’ecosistema Yahoo! è uno di quelli che sceglie di non rispettarlo, con buona pace dei difensori della privacy online:

Non abbiamo ancora visto emergere uno standard che sia effettivo, facile da utilizzare e adottato largamente da tutta l’industria tech.

L’azienda ha spiegato che gli utenti potrebbero voler bloccare soltanto la raccolta di un determinato tipo di dati, ma non tutte le personalizzazioni e raccomandazioni e non c’è modo di specificare quali. Da qui la decisione di ignorare il Do Not Track e fornire agli utenti quello che secondo Yahoo! è meglio per loro.

Qui a Yahoo lavoriamo duramente per fornire agli utenti un’esperienza altamente personalizzata. Teniamo le persone connesse a quello che interessa loro, attraverso dispositivi e in tutto il Mondo. Crediamo seriamente che il miglior web sia quello personalizzato.

Yahoo! sta puntando molto sulla personalizzazione dei servizi e il recente restyling dell’homepage del motore di ricerca con flussi di notizie e annunci fatti su misura per gli utenti lo dimostra. Le polemiche nei confronti di Yahoo! non hanno tardato ad arrivare. Peter Eckersley della EFF ha dichiarato:

La decisione di Yahoo! di ignorare le richieste di Do Not Track è scandalosa. Tutti devono capire che questo non si applica soltanto a Yahoo, Flickr e Tumblr, ma anche all’enorme network di annunci pubblicitari che Yahoo! gestisce in tutto il Mondo. Ogni volta che vedrete uno di quelli, lui vedrà voi e vi traccerà.

Si attende, a questo punto, la replica di Yahoo! anche se dal tono utilizzato nel post sembra che l’azienda non abbia nessuna intenzione di fare dietrofront.

yahoo

Via | Yahoo

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: