Facebook lancia FB Newswire e fa concorrenza alle agenzie di stampa

Facebook vuole entrare di diritto tra le principali fonti di informazione online: ecco FB Newswire.

Da tempo Facebook cerca di insidiare Twitter in una delle sue caratteristiche primarie: la tempestività nelle informazioni. Da social network chiuso, Facebook si sta trasformando pian piano in qualcosa di più pubblico, anche se non ancora con ottimi risultati.

Qualcosa sta cambiando: oggi il social network ha presentato FB Newswire, un vero e proprio aggregatore di notizie frutto di una partnership con Storyful, da qualche mese di proprietà di News Corp. Il servizio promette di offrire ai giornalisti - ma anche a tutti gli altri utenti - un archivio di notizie verificate, contenuti in tempo reale da usare per coprire le varie breaking news che si avvicendano giorno dopo giorno, ora dopo ora.

Forte del miliardo di utenti attivi ogni mese dai dispositivi mobili, Facebook ha tutte le carte in regola per diventare un ottimo strumento di informazione, il modo più veloce per diffondere breaking news al pari di quanto accade da sempre su Twitter. La recente pulizia del Newsfeed, l’introduzione degli hashtag e dei Trend Topic sono senza dubbio dei passi importanti in questo senso.



FB Newswire raccoglie gli aggiornamenti di stato, le immagini e i video che gli utenti che si trovano sui luoghi in cui le notizie prendono corpo condividono pubblicamente, un po’ come accade già su Twitter. Facebook, in sintesi, ci risparmia un po’ di lavoro di ricerca, fornendo tutto il materiale necessario per coprire la notizia.

Tutti gli aggiornamenti, almeno per il momento, possono essere seguiti direttamente dalla pagina ufficiale di FB Newswire e, ironicamente, tramite il profilo ufficiale su Twitter. Non soltanto breaking news, ma anche aggiornamenti meteorologici e di spettacolo che possono interessare il pubblico.

Il servizio, appena lanciato, non prevede alcuna personalizzazione e si configura come un flusso di notizie e aggiornamenti di vario genere, anche piuttosto confusionario, ma i margini per migliorare ci sono. E, intanto, Twitter resta a guardare dall’alto della sua posizione.

fb-newswire

Via | Facebook Newsroom

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail