Russia, licenziato il CEO di VKontakte: “il social network è nelle mani di Putin”

Il fondatore del Facebook russo denuncia di esser stato licenziato da CEO e che ora il social network sarebbe controllato da amici di Putin.

VKontakte, il più popolare social network russo, sarebbe ufficialmente nelle mani del presidente Vladimir Putin, controllato da alcuni dei suoi principali alleati, Igor Sechin e Alisher Usmanov, rispettivamente ex agente segreto ora amministratore delegato della Rosneft e co-proprietario di Mail.ru.

La denuncia arriva direttamente dal fondatore ed ora ex CEO dell’azienda, Pavel Durov, che con un post sul social network ha fatto sapere agli utenti e al Mondo intero di esser stato licenziato ed escluso completamente dall’azienda, tanto da aver deciso di lasciare la Russia e di non avere alcuna intenzione di tornarci in un futuro prossimo.

Probabilmente, nel contesto russo, qualcosa come questa era inevitabile, ma sono contento che siamo durati sette anni e mezzo. Abbiamo fatto molto. E parte di quello che abbiamo fatto non può essere annullato.

Durov, raggiunto da TechCrunch, ha spiegato di aver lasciato la Russia:

Sono fuori dalla Russia e non ho intenzione di tornare. Sfortunatamente al momento questo Paese è incompatibile con il business su Internet.

La dipartita di Durov era nell’aria da tempo, risultato di pressioni che lo scorso gennaio lo avevano costretto a rinunciare al 12% delle azioni dell’azienda in suo possesso per evitare dissidi con gli shareholder.

Il primo aprile scorso ha annunciato che avrebbe abbandonato VKontakte spiegando di non poter più godere della libertà che aveva in passato, ma due giorni dopo era tornato indietro spiegando che quel post era in realtà un pesce d’aprile. Evidentemente non era così e, anzi, quelle dimissioni erano stata presentate diversi giorni prima, il 21 marzo.

La notizia è stata diffusa lunedì dall’agenzia russa Interfax, secondo la quale Durov non aveva mai ritirato ufficialmente le proprie dimissioni e che a questo punto, un mese dopo, il fondatore di VKontakte doveva essere considerato fuori dai giochi.

DLD Conference 2012 - Day 3

Poche ore dopo è arrivata la conferma dello stesso Durov, che ha rivelato di aver appreso del suo licenziamento proprio dalla stampa russa:

A giudicare dalle notizie, come risultato delle mie dimissioni pubbliche la settimana scorsa, oggi sono stato licenziato da direttore generale di VKontakte. E’ interessante che gli shareholder non abbiamo trovato il coraggio di avvisarmi direttamente e che io l’abbia scoperto dalla stampa.

A controllare VKontakte, che ad oggi conta oltre 100 milioni di utenti, sarebbero i due uomini di cui sopra, Sechin e Usmanov, molto vicini al presidente Putin, che di fatto, secondo Durov, avrebbe così il controllo del social network più popolare e utilizzato della Russia.

Via | BuzzFeed

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: