Kim Dotcom reagisce al nuovo attacco dalle major di Hollywood

Kim Dotcom twitta sulla nuova causa di 20th Century Fox, Disney, Paramount, Universal, Columbia Pictures e Warner Bros.

Come se non bastassero le grane legali alle quali deve già far fronte, per Kim Dotcom è in arrivo una nuova gatta da pelare: sei major di Hollywood hanno fatto infatti causa in America al creatore di Megaupload, accusandolo naturalmente di aver violato il diritto d'autore sulle opere presenti sull'ormai defunta piattaforma. Ricordiamo che, secondo quanto reso noto dalla Motion Picture Association of America (MPAA), le major in questione sarebbero dei pezzi da novanta come 20th Century Fox, Disney, Paramount, Universal, Columbia Pictures e Warner Bros..

Prevedibilmente, la risposta di Kim Dotcom non si è fatta aspettare. Ecco che cosa ha scritto tramite Twitter:





Pur trattando di argomenti serissimi, Dotcom non ha mancato un commento alla notizia con la sua solita ironia:


Come nei procedimenti legali che lo vedono già protagonista, Kim Dotcom si dimostrerà sicuramente combattivo, nei confronti delle nuove accuse delle major che per ora liquida con la parola stupid.

Internet Party Launches In New Zealand

Ricordiamo che secondo le accuse mosse dalle aziende americane, i principali gestori di Megaupload, incluso Dotcom, avrebbero incoraggiato la violazione del copyright sulla piattaforma, come dettagliato da Steven Fabrizio, senior vice presidente esecutivo e consigliere generale della MPAA:

"Megaupload era costruito su un sistema d'incentivi che premiava gli utenti per l'upload di contenuti popolari sul sito, che quasi sempre erano film, show televisivi o altri contenuti d'intrattenimento commerciali rubati. [...] Pagava gli utenti basandosi su quante volte i contenuti erano scaricati dagli altri, ma non pagava nulla finché il materiale in violazione di copyright era scaricato 10.000 volte. [...] Megaupload non era un servizio di cloud storage; era un hub fuorilegge di distribuzione di massa."

Via | Theguardian.com

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail