Google Glass, pressione sui governi USA per evitare leggi contrarie

Google Glass sta facendo pressione sui governi USA per evitare che le leggi contrarie all'uso degli occhiali vengano applicate

Google starebbe intervenendo in prima persona per bloccare la diffusione di leggi anti-Glass negli Stati Uniti d'America: non è una notizia certa, ma a parlarne è Reuters, quindi almeno verosimile dovrà esserlo per forza. Tutto dipenderebbe non soltanto dalla scarsa tutela in materia di privacy ma anche dall'uso sbagliato che molta gente potrebbe fare dei Google Glass nella vita di tutti i giorni: pensate, per esempio, alla donna che è stata multata mentre li indossava al volante.

Al momento, sappiamo che Google sarebbe già intervenuta presso i legislatori di Illinois, Delaware e Missouri affinché evitassero di applicare leggi restrittive in merito all'uso dei suoi dispositivi indossabili, soprattutto durante la guida - che poi non sarebbe un male, visto che i Google Glass rappresentano comunque uno strumento di disturbo -; lo stesso starebbe succedendo in città come New York, West Virginia, New Jersey e Marylan: un senatore dell'Arizona avrebbe chiaramente definito gli occhiali "un pericolo sicuro e attuale".

Le dichiarazioni di Google


google glass

Dal canto suo, Google avrebbe dichiarato che:

"Glass è al momento nelle mani di un piccolo gruppo di Explorers; crediamo che quando ognuno avrà la possibilità di utilizzare Glass per sé, tutti riusciranno a capire che il suo utilizzo non è inteso a distrarre, ma piuttosto a connettere meglio le persone con il mondo circostante".

Comprendiamo le dichiarazioni di Google e siamo più vicini alle sue che a quelle dei politici che si sono espressi in merito; non si può negare, però, che per molte persone (e nonostante il galateo pubblicato recentemente) i Glass siano davvero una distrazione. Cosa succederà, a vostro avviso?

Via | The Verge

  • shares
  • Mail