Window 8.1, Microsoft riduce del 70% il prezzo delle licenze per contrastare Apple e Google

Ridotto del 70% il prezzo delle licenze di Windows 8.1 per contrastare Apple e Google

Il 2014 pare essere iniziato nel piede giusto per Microsoft, visto che pure il live di Nokia al Mobile World Congress 2014 ci è piaciuto (e sappiamo tutti, ormai, che le due compagnie lavorano per un obiettivo comune); oggi apprendiamo che l'azienda ha ridotto del 70% il prezzo delle licenze che i produttori pagano alla società per l'installazione di Windows 8.1 sui propri tablet e computer: una mossa resa necessaria - come potete ben immaginare - dalle politiche aggressive di Apple e Google in particolare.

Bloomberg è chiaro quando descrive la situazione:

"La fiera competizione da Apple e Google ha tagliato le entrate di Microsoft della divisione licensing consumer e dispositivi di Microsoft nell’ultimo trimestre fiscale, proprio mentre l’industria registrava il suo declino annuale peggiore. Incentivando i produttori di PC a vendere modelli più economici, Microsoft potrebbe essere in grado di aumentare il proprio share del crescente mercato dei tablet da 80 miliardi di dollari e pestare i piedi ai Chromebook, i notebook su cui gira il Sistema Operativo di Google".

Condizioni vantaggiose per i produttori


windows 8.1

Le condizioni sono tutt'altro che svantaggiose per le case di produzione: vengono richiesti soli 15 dollari per 8 licenze Windows da preinstallare, a patto che i dispositivi di destinazione abbiano un prezzo inferiore a 250 dollari; lo stesso pacchetto, pensate, in precedenza aveva raggiunto i 50 dollari, anche se alcuni produttori son riusciti a scendere a 30 dopo varie trattative.

Non sappiamo fino a che punto la scelta di ridurre il prezzo delle licenze aiuterà Microsoft - il consumatore è comunque orientato verso i tablet e non i PC -, ma almeno non si tratta di una strategia fuori dal mondo.

  • shares
  • Mail