Nokia X OS, che cos'è l'ibrido tra Android e Windows Phone presentato al MWC 2014

Direttamente dal Mobile World Congress 2014 arrivano dispositivi Android con GUI fortemente personalizzata a favore di Windows Phone: ecco Nokia X OS

Il live di Nokia al Mobile World Congress 2014 è terminato da poco e siamo stati tutti piuttosto spiazzati dalle novità della compagnia: sapevamo che avrebbe presentato un terminale con Android ed eravamo piuttosto sicuri - dati alcuni rumor e l'acquisizione di Microsoft - che l'esperienza del Robottino Verde sarebbe stata personalizzata (un po' come fa Amazon, insomma), ma non avremmo mai pensato che lo sarebbe stata così fortemente.

Possiamo parlare, in effetti, proprio di Nokia X OS per riferirci a questo ibrido fra Android e Windows Phone che permetterà, da una parte, di aggredire il mercato di fascia bassa dei mercati emergenti; dall'altra, di portare proprio gli utenti inesperti e quelli Android nel mondo Nokia, per poi spingerli verso terminali full Windows Phone. Ma vediamo i dettagli.

Gli smartphone presentati da Nokia sono ben tre: Nokia XNokia+ e Nokia XL; hanno un prezzo davvero competitivo e portano l'esperienza Microsoft - possiamo dirlo, senza per questo azzardare - su Android: gli utenti non possono accedere a Google PlayStore e, essendo i telefoni basati su AOSP Android OS, consentono di utilizzare i servizi cloud di Microsoft, come fanno notare i colleghi di Mobileblog nell'approfondimento dedicato al live Nokia. L'azienda ha sottolineato che le applicazioni Android potranno essere utilizzate, ma che si dovrà per forza intervenire sul telefono (col root molto probabilmente): eventualità davvero remota per gli utenti dei paesi emergenti, visto che è già difficile per i più esperti.

Via le app Android native, si punta tutto su WP


android windows phone

La presenza di Microsoft in tutti questi dispositivi si vede anche dal fatto che la compagnia ha invitato una responsabile del colosso di Redmond per sottolineare come a certi mercati sarà offerto un mese di Skype e OneDrive, applicazioni sulle quali, ovviamente, Nokia punterà parecchio, rendendo l'interfaccia del telefono molto simile a quella di Windows Phone 8 e perciò spogliando Android delle sue applicazioni vitali (mancherà pure Google Maps).  Nokia X OS, insomma, è stata la vera novità di questo live: tanto Android fuori, solo Windows Phone dentro; dite che l'ibrido riuscirà a conquistare il mercato di fascia medio-bassa?

  • shares
  • Mail