Facebook, un sondaggio per migliorare la visualizzazione dei post

Facebook ci vuol far scegliere i contenuti che preferiamo vedere nella nostra Timeline. Ma è tutta una scusa per servirci pubblicità più adatta ai nostri gusti?

il sondaggio di Facebook sulle condivisioni

il sondaggio di Facebook sulle condivisioni

Senza troppe fanfare è stato attivato un sondaggio sulla feature di condivisione di link e articoli sulla nostra timeline di Facebook. Può sembrare un po’ strano dati i precedenti, ma a quanto pare al social network ogni tanto interessa il parere del pubblico, specie quando serve per correggere il tiro dei contenuti pubblicitari.

Il team che lavora alla timeline di Facebook è evidentemente piuttosto preoccupato per la possibile evoluzione futura di questa funzione. Abbiamo visto che recentemente è stata modificata per diminuire l’importanza delle condivisioni testuali non personali, tanto per fare un esempio. Se poi vogliamo essere sinceri, la nascita (e il successo iniziale) di Paper non può non modificare in modo significativo l’atteggiamento di Facebook nei confronti della sua GUI.

La parola d’ordine per il momento risulta essere “personalizzazione”, e un sondaggio diretto sembra il metodo prescelto dagli ingegneri della corporation.

Come funziona


il sondaggio di Facebook sulle condivisioni

Se il sondaggio è stato attivato per il vostro account, lo potete trovare con una certa facilità. Andate nel lato in alto a destra di un post pubblicato sulla vostra timeline. Tra le voci comparirà anche “Rispondi a un sondaggio per migliorare la sezione notizie”.

Cliccando su di esso potrete avviare la sequenza di domande, che sono disposte in un percorso guidato a step in successione. Verrà mostrata all’utente una serie di contenuti che potrà votare con le stelline blu già presenti altrove sull’interfaccia di Facebook.

il sondaggio di Facebook sulle condivisioni

I contenuti sono articoli, ma anche pubblicità vere e proprie. Ci saranno status personali, condivisioni di fanpage e aziende e così via. Le nostre risposte influenzeranno quello che verrà visualizzato in futuro sulla nostra timeline, ma - così supponiamo - forniranno anche una risposta statistica a Facebook, che la userà per modificare l’interfaccia in futuro, un cambiamento che varrà per tutti, non solo per noi.

  • shares
  • Mail