Sviluppatori contro Candy Crush Saga, boom di app che includono “Candy” nel nome

Gli sviluppatori si ribellano alla guerra contro la parola Candy di King.com. Ecco la protesta Candy Jam.

Curiosa e condivisibile protesta quella che stanno portando alcuni sviluppatori nei confronti di King.com, che in una mossa a sorpresa è riuscito ad ottenere in Europa tutti i diritti di utilizzo della parola “Candy”, caramella - e si prepara a fare altrettanto negli Stati Uniti - con l’intenzione di tutelare il proprio Candy Crush Saga, il gioco di maggiore successo sviluppato dall’azienda.

Una mossa che non è certamente piaciuta ai tanti sviluppatori, che vengono così privati della possibilità di utilizzare la parola Candy, una parola decisamente comune, nei propri giochi. Da qui la decisione di trollare King.com sottoponendo ad Apple una valanga di giochi che includono proprio la parola Candy nel nome.

Ed ecco così arrivare oltre 100 giochi con nomi ironici come Shew It Down: Candy Crap Saga, CanDieCanDieCanDie, ThisGameIsNotAboutCandy, CANDY on the EDGE, Candy Escape Goat Saga, Candy Crush SEGA e Don't Let the Candies Crush You.

L’iniziativa si chiama Candy Jam e, come spiegato chiaramente nelle regole di partecipazione, vuol protestare non soltanto contro King.com, ma col sistema dei trademark più in generale, che permette situazioni ridicole come questa. Per partecipare occorre soltanto creare un gioco che abbia a che fare con le caramelle, e utilizzare proprio la parola candy - oltre a scroll, memory, saga, apple o edge.


I giochi devono essere inviati ad Apple entro il 3 febbraio, ma se non siete sviluppatori e volete comunque dare visibilità all’iniziativa potete farlo utilizzando l’hashtag #candyjam su Twitter o Facebook e dire la vostra sulla mossa di King.com o seguire gli sviluppi di questa protesta. Che ne pensate?

Via | Slate

  • shares
  • Mail