Windows XP, la sua morte lascerà "orfani" il 95% dei bancomat/ATM

Windows XP sta per morire, ma le banche di tutto il mondo non hanno ancora pensato a sostituire in tempo gli sportelli ATM

windows-xp-muore-atm-da-aggiornare (Custom)

Ormai è un dato di fatto: sappiamo bene che l’8 aprile sarà la morte ufficiale di Windows XP, l’OS che ormai ha stufato completamente persino Microsoft, dopo 12 anni di onorato, incrollabile servizio.

C’è un effetto secondario che non viene preso spesso in considerazione dagli utenti comuni e neppure dagli addetti ai lavori: il 95% delle macchine ATM delle nostre banche gira con Windows XP, cosa di cui ci accorgiamo solo quando compare uno dei caratteristici messaggi di errore della cara vecchia piattaforma, chiaro segno che oggi non si può ritirare danaro.

Il sostituto? Windows 7


Le banche non sono certo il tipo di struttura più dinamica in giro, e come avrete potuto facilmente supporre, non sono minimamente pronte a trovare un’alternativa, anche se Microsoft ha fatto del suo meglio ad avvisarli per anni interi - ma dopotutto, come biasimarli? Chi ascolta mai gli avvertimenti provenienti da Redmond?

Tutto il mondo è rimasto indietro sulla tabella di marcia, per tanto. Secondo Business Week negli Stati Uniti ci sono 420.000 ATM da aggiornare (direi piuttosto: rivoluzionare). L’unica soluzione pensata dalle banche è di trattare con Microsoft per dei contratti separati e speciali di supporto sui vecchi sistemi, mentre viene posto in essere il passaggio a Windows 7, che supponiamo vivrà per i prossimi 10 anni sui terminali di queste macchine.

Purtroppo, non tutte saranno in grado di far girare un sistema operativo tanto diverso da quello originale, quindi ci sarà per forza una raffica di update hardware.

Un risvolto positivo? Probabilmente dopo il periodo di assestamento avremo delle macchine migliori, più affidabili e comode da usare.

Via | The Verge

  • shares
  • Mail