NSA, Apple nega con forza di aver lavorato per gli USA

Apple risponde alle accuse e lo fa con determinazione: da che parte sta la verità?

foto apple nsa Se c'è un argomento che ha sconvolto il mondo digitale, quello è proprio la collaborazione tra Apple (e i principali colossi del settore tecnologico) e la NSA: uno scandalo forse senza precedenti, che ha scatenato il panico tra gli utenti e nei governi, visto che in ballo - come ben sapete - sono stati tirati milioni e milioni di dati personali (la stessa Angela Merkel è stata intercettata dagli USA e, per evitare che la situazione degenerasse, gli organi istituzionali tedeschi hanno impedito ai propri dipendenti di usare iPhone e dispositivi della Mela).

Recentemente Der Spiegel - nota e affidabile rivista tedesca - aveva riferito che Apple stesse lavorando a stretto contatto con l'agenzia governativa statunitense, al fine di fornirle ulteriori informazioni, cercando, ovviamente, di evitare fughe di notizie. Ebbene, Apple ha smentito tutto in una nota ufficiale, e pure con forza, visto che le accuse non sono affatto lievi:

"Apple non ha mai lavorato con la NSA. Siamo inoltre consapevoli del fatto che questo presunto programma della NSA mira i nostri prodotti. Siamo estremamente preoccupati per la privacy e la sicurezza dei nostri clienti. Il nostro team lavora costantemente per rendere i nostri prodotti ancora più sicuri, e per questo invitiamo i clienti a mantenere aggiornato il software. Ogni volta che sentiamo parlare di tentativi che minano la sicurezza di Apple, indaghiamo a fondo e prendiamo delle misure appropriate per proteggere i nostri clienti. Continueremo ad utilizzare le nostre risorse per stare al passo degli hacker e dei malintenzionati, e faremo di tutto per difendere i nostri clienti da attacchi alla sicurezza, a prescindere da chi c'è dietro".

La verità non verrà mai a galla, quindi sta a voi decidere da che parte schierarvi: certo, almeno a nostro avviso, tutte queste indiscrezioni non possono essere totalmente campate per aria.

Via | GSM Arena

  • shares
  • Mail