Amiga 500 emulato in Chrome grazie al Native Client di Google

Un programmatore mostra le capacità del Portable Native Client di Chrome, emulando un Amiga 500 perfettamente funzionante.

Google Chrome inaugura una nuova era per i nostalgici: quella in cui è possibile emulare Amiga 500 direttamente nel browser. Amiga 500 emulator for Chrome è infatti il risultato del lavoro svolto da Christian Stefansen, sviluppatore di Google, che ha riportato in vita la leggendaria piattaforma, in voga soprattutto tra i videogiocatori a cavallo tra fine anni '80 e inizio anni '90.

Il software alle spalle di questa versione speciale del software di Amiga 500 emulata da Chrome è in realt quello open source dell'Universal Amiga Emulator, che Stefansen ha portato con le sue 400.000 linee di codice all'interno del Portable Native Client (PNaCl) di Chrome. Per chi non dovesse sapere di cosa stiamo parlando, si tratta di una tecnologia con cui eseguire sorgenti sviluppati per architetture Intel x86 o ARM all'interno di un ambiente sandbox, permettendo il raggiungimento su browser di velocità comparabili alle versioni native.

Dopo aver portato Amiga 500 su Chrome in circa 4 giorni, Stefansen ha affermato di aver poi lavorato per circa altre 3 settimane alla finalizzazione dell'opera, che ci permette ora di vedere in tutto e per tutto lo splendore retrò della piattaforma che sicuramente in molti avranno avuto nelle loro case. Abbinato all'acquisto e al download di Amiga Forever Essentials, Amiga 500 emulator for Chrome permette anche di abilitare l'uso dei drive floppy, mentre è da subito possibile caricare eventuali ROM (di cui si possiede la licenza).

Nel caso in cui la prima volta che visitate il sito l'applicazione impieghi un po' di tempo per avviarsi, non preoccupatevi, è perfettamente normale: dopo qualche secondo potrete godervi Workbench 1.3.3 in tutta la sua bellezza!

Via | Cnet.com

  • shares
  • Mail