Google Doodle, oggi si celebrano i 90 anni di Maria Callas

Oggi Google celebra i novant'anni di Maria Callas

google doodle maria callas

Il Google Doodle di oggi - che va ad aggiungersi a una ricca lista di loghi interattivi e non - celebra i novant'anni di Maria Callas, che tutti conosciamo e che sicuramente non ha bisogno di presentazioni, anche se ricordarne la storia e il talento - specialmente in un'occasione come questa - non è fuori luogo né inutile.

Nata il 2 dicembre del 1923, Maria Callas è morta in solitudine a Parigi il 16 settembre del 1977. Artista stimata in tutto il mondo, è passata alla storia come esempio di talento, professionalità e passione: una miscela per fetta per renderla un punto di riferimento indimenticabile e imprescindibile per la musica lirica e per coloro che vogliano iniziare un mestiere tanto difficile quanto carico di soddisfazioni.

I musicologi le attribuiscono la grande capacità di aver ridato vita al soprano drammatico di agilità, la cui fortuna si era spenta verso l'Ottocento inoltrato dopo un inizio secolo davvero sorprendente. Poche persone riuscirono a riscuotere lo stesso successo presso il pubblico e la critica, se pensate che Riccardo Muti è sempre stato sicuro che lei fu per la voce quello che Toscanini fu per l'orchestra; che Pier Paolo Pasolini ebbe più volte a definirla "la più moderna delle donne, in cui tuttavia vive una creatura antica, strana, misteriosa, arcana, che cela terribili conflitti interiori"; e potremmo continuare all'infinito, anche se preferiamo terminare con le dichiarazioni splendide di Patty Smith, che ha confessato di aver appreso il rock proprio grazie alla Callas:

"In lei vedevo qualcuno capace di rendere leggero, di innalzare e assieme rendere profondo ciò che cantava, mi arrivava la sua fragilità e la sua potenza".

Cecilia Sophia Maria Anna Kalogheròpoulos

- questo, il vero nome della Callas - è stata il più grande soprano della storia e continuerà ad essere considerata tale per molto altro tempo ancora: questo Google Doodle è il minimo che si può fare per una donna così. Tanti auguri, regina soprano!

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: