Social network, per gli utenti non sono ancora un mezzo di informazione

Per gli utenti, i social network non sono ancora attendibili come fonte di informazione

social network

E menomale! I social network hanno senz'altro cambiato il modo di fare informazione, ma non hanno ancora l'attendibilità sufficiente, per poter essere fonti di notizie: abbiamo visto che su Facebook, per esempio, circolano bufale a non finire e che in diverse circostanze diventano persino virali; questa ricerca compiuta da Pew Research Center, e rilanciata da Mashable, ci fa dormire, insomma, sonni tranquilli.

Ma cerchiamo di quantificare le cifre, sottolineando che comunque Facebook, Twitter & co. sono tutt'altro che inutilizzati come fonti di informazione: Pew Research Center mette infatti in evidenza che Pinterest è usato dal 3% degli utenti per informarsi; Vine dal 9%; LinkedIn dal 13; Instagram e YouTube dal 20 (anche se non riusciamo proprio a capire come viaggi l'informazione su un servizio di streaming musicale...).

Risultati piuttosto sorprendenti, invece, per Facebook, Twitter e Reddit: il primo è usato da quasi il 50% dell'utenza per gli aggiornamenti; il secondo, pensate, dal 52% (e forse dipende dal fatto che la presenza dei VIP consente agli utenti di informarsi direttamente); il terzo, infine, arriva a toccare il 62%, ma era scontato, visto che l'ultimo, pur essendo un social, è comunque basato sulle notizie.

I social network sono uno strumento utile e potente: basti pensare come Twitter ha cambiato il modo di fare televisione; visto che stanno assumendo un importanza sempre maggiore anche nel mondo dell'informazione, sarebbe bene, però, che i vertici aziendali migliorassero i controlli e mettessero un freno alla condivisione falsa e tendenziosa di news di qualsiasi tipo: solo così si potrà creare un circuito intelligente come Google News o simili (fermo restando che pure questi ultimi non sono sempre affidabilissimi...).

Via | Pew Research Center

  • shares
  • +1
  • Mail