Microsoft vuole comprare Shoutcast e Winamp da AOL?

Microsoft sarebbe in trattative con AOL per comprare Shoutcast e Winamp. Lo storico software audio si salverà?

Winamp chiuderà i battenti il 20 dicembre 2013

Le frustate al didietro del lama, alla fine, potrebbero continuare. In un posto diverso però, visto che la voce di corridoio di oggi riguarda la presunta intenzione di Microsoft di comprare Winamp e Shoutcast da AOL. Nel caso in cui dovesse effettivamente essere portata a termine, l'operazione salverebbe così Winamp dalla sua fine programmata il 20 dicembre, dopo oltre 15 anni di onorato servizio.

Nelle contrattazioni tra AOL e Microsoft, già avviate secondo Techcrunch, anche Shoutcast, servizio di streaming media sviluppato da Nullsoft come Winamp. Lo stesso blog americano parla di un annuncio imminente anche per questa seconda piattaforma, che AOL avrebbe in programma di effettuare la prossima settimana. Dalle due società, per il momento, nessun commento: dobbiamo quindi fidarci di quanto riportato da Techcrunch, secondo il quale esse sarebbero ancora in fase di decisione del prezzo finale.

Piuttosto che chiudere Winamp e Shoucast, immaginiamo che AOL sarebbe ben lieta di ricavarci qualcosa da una vendita. Più difficile immaginare i motivi dell'interesse di Microsoft, comunque storicamente attenta al mercato musicale come dimostrato dal defunto Zune e dal nuovo Xbox Music, attualmente disponibile su console, Windows 8, Windows RT, Windows Phone 8,iOS e Android devices, dove offre streaming gratuito, supportato da pubblicità, o con abbonamento. In quest'ottica, se l'uso di Winamp in quel di Redmond appare ancora un mistero, Shoutcast potrebbe rivelarsi un'interessante aggiunta.

Stiamo infatti parlando di una piattaforma che attualmente ospita oltre 50.000 stazioni radio, che dunque Microsoft potrebbe voler aggiungere alla sua Xbox Music. Staremo a vedere.

  • shares
  • +1
  • Mail