Google multata per il tracking di Safari, accordo da 17 milioni di dollari

Google ha raggiunto un altro accordo per il tracking non autorizzato di Safari: stavolta dovrà pagare 17 milioni di dollari a 38 Stati degli USA.

Ancora una multa per Google in relazione allo scandalo esploso dopo la violazione delle impostazioni della privacy di Safari, bypassate dall’azienda di Mountain View grazie ad uno speciale codice inserito in alcuni banner pubblicitari.

Dopo l’accordo da 22,5 milioni di dollari raggiunto con la Federal Trade Commission, stavolta a a beneficiare del nuovo accordo da 17 milioni di dollari saranno 37 Stati e il distretto federale di Columbia negli Stati Uniti che avevano denunciato BigG per l’utilizzo non autorizzato dei cookie nel 2011 e nel 2012.

Non è la prima volta che i 38 stati coinvolti si erano scagliati contro Google. Nel marzo scorso, infatti, avevano chiesto e ottenuto in risarcimento dall’azienda di Mountain View per la famosa raccolta di dati sensibili dalle reti Wi-Fi incontrate sul tragitto delle auto di Street View.

In quel caso ognuno degli Stati aveva ricevuto un importo diverso. Lo Stato di New York, per esempio, ricevette 192 mila euro. Anche stavolta, con modalità che non sono state comunicate, i 38 Stati si divideranno i 17 milioni di dollari che Google ha accettato di versare.

Via | WSJ

  • shares
  • +1
  • Mail