Uno YouTube a pagamento per recuperare le perdite finanziarie. Ma chi lo vuole?

Uno YouTube a pagamento per recuperare le perdite finanziarie. Ma chi lo vuole?Nel corso di una conference call con gli investitori, in merito alle retribuzioni di Google nel primo quadrimestre, Eric Schmidt ha avanzato alcune interessanti osservazioni su YouTube. Innanzi tutto YouTube sta generando delle perdite per Google, nell'ordine di un milione di dollari al giorno.

Ne avevamo già parlato recentemente, commentando i dati pubblicati dalla Credit Suisse, secondo cui YouTube sarebbe un "peso" costoso per Google, dati ora confermati da Google stessa.

Diversamente, le entrate di YouTube sono relativamente basse, e pur non avendone la certezza, le cifre vanno da un minimo di 90 milioni di dollari (Bear Stearns) fino a un massimo di 240 milioni di dollari (Credit Suisse). Con la conseguenza che alcuni investitori non sono stati felici di questi risultati.

Alcuni di essi, infatti, hanno avanzato l'ipotesi di uno YouTube a pagamento, con un canone mensile per poter vedere i contenuti. Una soluzione che sarebbe impensabile per Google, che fino adesso ha sempre basato il sui business sugli annunci pubblicitari.

Rimane però, sempre il problema di riuscire a monetizzare i video di YouTube, priorità che Google si è data da molto tempo, andando alla ricerca di nuovi modelli economici.

Ma voi riuscireste ad accettare uno YouTube a pagamento?

Via | Securityandthe.net

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: