Bitcoin, impennata a oltre $400

Chi non ha paura di investire nei Bitcoin ha ricevuto una bella sorpresa negli ultimi giorni, il valore della cripto-valuta ha raggiunto quasi €450.

Non è di certo un investimento sicuro, come abbiamo avuto modo di esaminare ancora e ancora quando c’è stato il primo boom. Ma il Bitcoin ha qualcosa che colpisce fortemente una determinata categoria di persone, generalmente disposte a correre rischi per ottenere guadagni stratosferici - E a ragione. Non sappiamo quanto durerà ma ieri hanno toccato il limite dei $450 a bitcoin, un nuovo record per l’impressionante cripto-valuta.

La risalita ha alcune motivazioni che sono degne di analisi. La prima è la Cina: Baidu, il celebre motore di ricerca principale della Repubblica Democratica ha iniziato ad accettare i bitcoin per alcuni dei suoi servizi di sicurezza, e l’immensa popolazione locale oltre che la fiducia acquisita hanno dato un significato nuovo a questa moneta generata in modo diffuso.

Tutto questo sembra quasi ignorare quanto sono limitati i servizi offerti da Baidu in cambio di bitcoin, alcune funzioni di nicchia relative al cloud computing. La scarsità dei bitcoin unita alla storia di ottimismo che ha sempre circondato il fenomeno sono stati sufficienti. Quest’estate avevamo già superato i $250, ma il “crollo” successivo aveva fatto scendere il valore a $70. Brevemente, però - il recupero è stato graduale, fino all’esplosione di qualche giorno fa.

La storia di Bitcoin


il Bitcoin è un concetto squisitamente matematico, basato su algoritmi e crittografia. Creato da una figura fittizia chiamata Satoshi Nakamoto, non è collegato a nessun mercato nazionale o internazionale o stato, solo alla legge della domanda e dell’offerta. Esente da regole e catene, funziona scambiando tra i suoi utenti le stringhe crittografiche che compongono le singole unità della moneta.

Esiste un numero limitato di bitcoin al mondo, perché il suo algoritmo ne rilascia dei numeri fissi man mano che vengono “scavati” dai cosiddetti “minatori”, individui dotati di hardware ormai molto specializzati, rack di processori dedicati alla crittografia capaci di risolvere il codice di un singolo bitcoin per poterlo rivendicare.

La valuta è quasi impossibile da rintracciare, e ha dato vita a interi mercati neri come l’ormai defunto Silk Road. Gli anelli di cybercriminali che usano i bitcoin per commerciare vengono espugnati solo attraverso delazione o gravi passi falsi.

Via | SF Chronicle

  • shares
  • +1
  • Mail