Pino Chet, la gaffe della senatrice Sara Paglini conquista i social network

La gaffe della senatrice del MoVimento 5Stelle Sara Paglini non è passata inosservata e il suo “Pino Chet” è diventato l’ultima barzelletta dei social network.

I social network non perdonano e Twitter, in modo particolare, è lo strumento perfetto per la diffusione capillare di gaffe ed errori commessi da personaggi più o meno noti. L’ultima a cadere in questa trappola è stata la senatrice del MoVimento Cinque Stelle Sara Paglini, che in un post su Facebook in cui voleva prendere le distanze dalla collega Emanuela Corda ha commesso un errore che gli utenti di Facebook e Twitter non hanno fatto passare inosservato.

Nel riferirsi ad alcuni dei regimi più violenti della Storia degli ultimi 50 anni, la senatrice ha scritto:

Non giustifichiamo tutto altrimenti mi verrebbe da pensare che qualcuno un giorno si potrebbe anche dire che le stragi naziste, i morti in Siberia, i regimi violenti come quello di Pino Chet , o i colonnelli in Argentina o Pol Pot in Cambogia?

Inutile dire che quel Pino Chet buttato lì è in realtà il generale e dittatore cileno Augusto Pinochet, ma vuoi la fretta vuoi qualche problemino col correttore automatico, la gaffe è stata servita su un piatto d’argento.





In poche decine di minuti Pino Chet è diventato il nuovo protagonista di Twitter, un trend topic che sta facendo sbizzarrire gli utenti e strappare qualche risata, di certo non alla senatrice autrice della gaffe.

La svista di Paglini è destinata a finire nel dimenticatoio in poche ore, ma non possiamo non porci un quesito: si sarà trattato di errore del correttore automatico o di un errore consapevole? Siamo sicuri che si tratti della prima. O no?

  • shares
  • +1
  • Mail