LinkedIn, come trovare lavoro sul social network

Ecco quattro utili consigli per sfruttare al meglio LinkedIn e trovare lavoro facilmente

linkedinQualcuno potrebbe ritenere LinkedIn un social network inutile, perché "figuriamoci se su Internet si trova lavoro, in un momento del genere"; qualcuno, invece, potrebbe sopravvalutarne l'utilità, perché "tutti riescono a trovare lavoro in rete e, d'altronde, gli ultimi dati parlano chiaro". Diciamo che la verità sta nel mezzo: la crisi c'è e Internet offre delle grosse opportunità; il punto è che bisogna trovare il modo per farsi notare dalle persone giuste al momento giusto. Questi quattro consigli vi serviranno proprio per usare LinkedIn al meglio! Partiamo dal primo.


  • Curare la presentazione: si tratta di uno dei passi più importanti, prima di lanciarsi nella ricerca di un lavoro. Anzitutto, scegliete un'immagine che risulti sia accattivante sia seria e professionale (ovviamente adatta al tipo di professione che vorreste svolgere): se siete intenzionati a lavorare come responsabili del marketing, insomma, è inutile mettere una foto in costume da bagno. Ma non è finita qui: è pure importante completare nei minimi dettagli il vostro profilo; siate sintetici ma completi nelle risposte, usate le parole chiave giuste e descrivete tutto ciò che sapete fare, magari citando - anzi, fatelo senz'altro - tutte le esperienze che avete avuto. Ricordate che anche il minimo dettaglio potrebbe fare la differenza, quindi siate molto accorti.

  • Curare i propri rapporti. Il profilo LinkedIn, così come quello di qualsiasi social network, è un po' come il post di un blog: quando si scrive un articolo, non va fatto marcire nel blog, ma va fatto conoscere, va condiviso con i propri amici e nelle pagine dedicate all'argomento. Insomma: il post ha una vita molto più lunga rispetto a quella che intercorre fra la stesura e la pubblicazione. Ciò significa che dovrete invitare più utenti nella vostra rete, cercare di frequentare le giuste amicizie, non solo con gentilezza ma pure dando l'impressione di essere preparati. Non c'è niente di meglio, in effetti, che offrire le proprie conoscenze e competenze con il massimo del garbo e della disponibilità, a prescindere che si tratti di colleghi o persone appena conosciute. Do ut des, insomma!

  • Quanto detto si collega al terzo consiglio, che è quello di partecipare, partecipare e ancora partecipare: non tiratevi indietro dinanzi a iniziative di vario genere, esprimete il vostro punto di vista e fatevi conoscere, senza essere autoreferenziali.

  • Infine, segnalate: se conoscete qualcuno che potrebbe rispettare i requisiti richiesti da un'azienda, beh, che aspettate a proporlo? Non avrete fatto solo una buona azione, ma vi sarete aperti anche una porta: se chi è stato aiutato si troverà nella vostra stessa situazione, state certi che vi aiuterà!


Pronti a rivedere il vostro profilo?

  • shares
  • +1
  • Mail