Facebook, non sarà più possibile occultare la ricerca in base al nome proprio

Problemi con la privacy su Facebook? Ora ne avete un altro. Ammesso che vi siate mai preoccupati di "occultarvi" dalle ricerche compiute sul vostro nome, sappiate che d'ora in poi non si può più fare.


D’ora in poi chiunque non avete mai bloccato potrà cercare il vostro nome su Facebook, scoprire che siete sul network e vedere gli elementi pubblici della vostra timeline.

Facebook sta rimuovendo quest’opzione della privacy dai setting, privando gli utenti di un tool apparentemente facile da usare, ma problematico, che già aveva pianificato di disattivare dallo scorso dicembre. L’idea di Facebook è di offrire una gamma granulare di opzioni sulla protezione dei propri dati personali. Le ripercussioni negative di questa politica, tuttavia, sono tristemente evidenti: da un lato le opzioni per la privacy sono un labirinto di menu complessi, bizantini. Dall’altro le opzioni facili che disattivano la condivisione di tutti i contenuti non esistono più: non c’è un modo facile di restare “occulti”.

Come detto, c'erano comunque dei problemi seri: anche quando l’opzione di essere eliminati dalla ricerca del nostro nome proprio era ancora attiva, c’erano tante maniere di visionare il nostro profilo, che non era per nulla così privato. Ad esempio, se un estraneo cercava il nostro nome noi non apparivamo sulla lista dei risultati. Ma se l’estraneo ci vedeva taggati, o nella lista di amici di un altro, poteva cliccare e arrivare a vedere normalmente il nostro profilo pubblico. E queste sono solo due maniere, su tante.

Senza contare che la nostra foto di profilo e cover sono sempre pubbliche.

Problema senza soluzione


Come avete potuto notare, il setting della privacy di Facebook che consente di nascondere il nome proprio dalle ricerche aveva dei grossi difetti, ed era una lama a doppio taglio che faceva sentire al sicuro chi poteva essere comunque trovato.

Chiunque abbia dei problemi seri con la privacy, che siano di carattere etico oppure di rischio personale, semplicemente non dovrebbe usare questo social network, o per lo meno avere un profilo completamente fasullo - Che sarebbe anche contrario alle politiche di Facebook, tanto per essere chiari. Perché quello che interessa alla corporation è esclusivamente di rendervi facili da trovare, per amici, pubblicitari e addetti al marketing, o per chiunque altro se vogliamo essere sinceri. E non le importa affatto di essere seccante.

Foto | Flickr
Via | TechCrunch

  • shares
  • +1
  • Mail