Microsoft paga 100mila dollari a un bug hunter, scoperto grave bug in Windows 8.1

Un bug hunter scopre una falla in Windows 8.1 e viene pagato con 100mila dollari: è James Forshaw , ingegnere Google

microsoftI casi della vita sono tanti e che Microsoft abbia pagato 100mila dollari a un ingegnere che ha saputo fare il suo lavoro non è una notizia di tutti i giorni; anzi, verrebbe da dire che ha dell'incredibile, se considerate che a Redmond sono sempre stati molto restii a pagare somme di denaro a favore degli amati-odiati bug hunter.

Tale stato di cose è cambiato all'inizio dell'anno, quindi non da molto tempo, quando l'azienda ha annunciato che i cacciatori di falle sarebbero stati ricompensati per benino. Ieri sapevamo che le somme versate a favore di questi esperti avevano toccato i 28mila dollari; oggi dobbiamo aggiungere altri 100mila bigliettoni alla somma finale, visto che la compagnia ha pagato profumatamente il già citato ingegnere.

Si chiama James Forshaw ed è ricercatore del Context Information Security: un mese fa aveva vinto un premio meno sostanzioso per aver scoperto una falla in Internet Explorer; oggi, invece, è riuscito nell'impresa di individuare un errore nel sistema operativo Windows 8.1, bug sul quale non è stato comunicato nulla ma che sarà stato senz'altro grave, se considerate i soldi che gli sono stati versati.

Il fatto che le compagnie abbiano capito che quella dei bug hunter è un'attività che merita rispetto è senz'altro apprezzabile: anche Yahoo! ha cambiato modo di fare e vedrà ben presto i risultati delle sue scelte. Cosa sarebbe successo a Windows 8.1, se nessuno avesse individuato la falla?

  • shares
  • +1
  • Mail