Il 56% degli utenti si cerca sui motori di ricerca. E voi?

Un sondaggio condotto negli Stati Uniti da PEW Research Center svela che più della metà degli utenti di Internet ha cercato il proprio nome su un motore di ricerca. E voi l'avete fatto?

Ammettetelo. Tutti voi, almeno una volta, avete provato a cercare il vostro nome su Google e spulciare i risultati, curiosi di sapere quali tracce digitali vi siete lasciati alle spalle. Secondo le ultime statistiche almeno il 56% di voi l'ha fatto nell'ultimo anno.

I dati arrivano dal PEW Research Center e sono il risultato di un sondaggio condotto tra aprile e maggio scorsi su un campione di 1.895 utenti: il 56% di essi ha ammesso di aver cercato il proprio nome su un motore di ricerca per capire che tipo di informazioni fossero presenti sul proprio conto, una percentuale in netto aumento rispetto al 2001, quando appena il 22% aveva fatto le stesse ammissioni.

Colpa dei social network?

E' evidente che l'avvento e la rapida crescita dei social network hanno portato alla diffusione, spesso incontrollata, di informazioni personali degli utenti e il cercarsi su Google serve proprio a dare un'idea di quanto questa emorragia sia estesa.

Un po' di informazioni aggiuntive ci aiutano a stilare un profilo dell'utente tipo che si cerca su Google: anche se di poco, vince l'uomo bianco con un'età compresa tra i 18 e i 29 anni che ha proseguito gli studi dopo il college e che guadagna più di 75 mila dollari all'anno. La differenza che le altre fase demografiche non è così vasta, stesso discorso per il reddito e per l'educazione.

E voi, vi siete mai cercati su Google?

In sintesi, non importa quanto guadagni o quanti anni hai, se sei uomo o sei donna: prima o poi la curiosità di cercarsi su un motore di ricerca arriva. E voi, avete mai cercato il vostro nome? Cosa avete scoperto?

Via | PEW Research

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: