Bing, nuovo logo e design per contrastare Google

Bing avrà presto un nuovo logo e nuove funzionalità: scopriamo le prime indicazioni in arrivo da Microsoft.

Fare concorrenza a Google nel campo dei motori di ricerca non è la cosa più semplice al mondo, ma se sei Microsoft puoi permetterti quantomeno di provarci. È per questo che l'azienda di Redmond ha deciso di rivedere il look di Bing, dando al suo motore di ricerca un nuovo logo ma soprattutto delle nuove funzionalità.

Per quanto riguarda l'immagine scelta per accompagnare il prodotto, Microsoft abbandonerà il logo blu di Bing a favore di uno più stilizzato, in linea con i loghi degli altri servizi realizzati dalla società fondata da Bill Gates. Ma, come già detto, il nuovo stile non sarà l'unica novità in arrivo per il motore di ricerca.

Gli sviluppatori di Bing sono infatti stati impegnati nella realizzazione di un design più reattivo, in grado di adattarsi perfettamente all'uso su PC, tablet e smartphone. Tra le nuove funzionalità, spicca la cosiddetta "Page Zero", con cui ottenere immediati risultati prima di visualizzare un report completo nella classica pagina che li contiene. Page Zero visualizzerà un popup in fase di digitazione della chiave di ricerca, permettendo per esempio di scegliere rapidamente l'identità della persona che si sta cercando, nel caso in cui il motore ne rilevi due con il nome simile.

Pole Position sarà invece il nome di una nuova area posta in cima ai risultati della ricerca, in cui visualizzare dati che vadano direttamente a rispondere alle richieste dell'utente. Nel caso in cui si stiano cercando "foto di Katy Perry", per esempio, Pole Position li mostrerà sopra i vari link, come del resto già effettuato da Google con le sue immagini.

La visione di Microsoft


Le due funzionalità appena citate saranno solo l'inizio della visione che Microsoft ha per Bing, come confermato da Lawrence Ripsher, design lead della divisione Bing’s User Experiences:

"Questo design è come un nuovo framework per colori, font, spazi e altre cose di questo genere. Avendo effettuato un redesign da zero, siamo nella posizione di poter modificare e migliorare ognuna di queste variabili, indipendentemente o insieme. Man mano che la gente si abituerà a una nuova versione, più fresca e affascinante visivamente, potremo continuare a costruire su queste basi."

Stefan Weitz, director of Search di Microsoft, traccia invece la linea per il successo di Bing, comparandone la caratteristiche rispetto alla richiesta di Google di usare altri servizi come Gmail e YouTube per godere pienamente delle sue funzioni:

"Quello che vedete ora è un riconoscimento che il web è più grande di noi, più grande delle proprietà di Google e si muove a ritmi incalcolabilmente veloci. [...] Il nostro approccio per Bing è, da tanto tempo, quello di non costruire necessariamente il nostro social network, non costruire il nostro canale video, non costruire cose con cui vogliamo lavorare in partnership.

Stanno costruendo un bel grande muro di Google, mentre noi guardiamo al web come qualcosa che non puoi possedere, non importa quanti soldi tu abbia. Non ci sono soldi abbastanza nel mondo per comprare tutta l'innovazione che avviene adesso. Anche se si potesse, sarebbe il modello sbagliato."

Via | Theverge.com

  • shares
  • +1
  • Mail