Nessuno più considera il file sharing una cosa negativa

Nessuno più considera il file sharing una cosa negativaMentre le associazione che tutelano il diritto d'autore spingono per ottenere leggi più severe sul copyright, ormai l'opinione pubblica va nella direzione opposta. Recenti studi condotti in Canada e Spagna hanno rivelato che più della metà degli utenti su Internet usa le reti peer-to-peer per scaricare musica, software e film e meno del 5% degli intervistati sostiene che sia giusto punire chi lo fa.

Sono cambiate, quindi, le opinioni dei navigatori e le loro abitudini. Ciò che stupisce è che una percentuale molto bassa ritiene che scaricare illegalmente sia, appunto, illegale, cioè da punire. Sempre più persone sono a favore del p2p.

Come è potuto accadere? E' possibile che Internet abbia cambiato il nostro modo di interagire con i media digitali? Sono passati più più di 10 anni da quando l'esplosione di Internet e delle reti p2p hanno iniziato a cambiare i comportamenti dei navigatori. Oggi Internet è diventato il bacino che permette alle persone di accedere ad una biblioteca sterminata di informazioni.

Contemporaneamente le industrie del divertimento stanno facendo di tutto per arginare questo fenomeno, e ottenere leggi pù severe. Come porsi di fronte a questa realtà?

Cambiare il sistema economico che sta alla base del nostro pianeta? Legalizzare il p2p e la condivisione libera? Oggi è possibile raggiungere qualsiasi informazione con un click. Quindici anni fa tutto questo era impensabile, ed oggi è realtà.

Voi come la pensate?

Via | Torrentfreak.com

  • shares
  • +1
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: