Ask.fm e cyberbullismo, il social network adotta nuove misure

Rinnovato sistema di reporting e risposte più veloci alle segnalazioni: il piano di Ask.fm contro il bullismo.

Il triste primato di essere il social network preferito dai cyberbulli non è di certo una cosa di cui andare fieri, ed è per questo che Ask.fm ha deciso di adottare una serie di provvedimenti nella sua online safety policy, destinati a prevenire i fenomeni di bullismo digitale registrati sulla piattaforma.

I cambiamenti nella policy del social network andranno in vigore dal mese di settembre: due nuove categorie, "bullismo" e "molestia", saranno aggiunte da Ask.fm al form con il quale è possibile segnalare eventuali abusi da parte di altri iscritti al social network, che renderà anche più evidente il bottone per riportare casi nelle sue pagine. In aggiunta, Ask.fm si impegnerà a rispondere a tutte le segnalazioni entro 24 ore.

Le segnalazioni di suicidi legati a casi di bullismo su Ask.fm sono arrivate anche in tempi recenti: tra i casi, anche quello di Hannah Smith, ragazzina inglese di 14 anni di Lutterworth (Leicestershire) che ha compiuto il gesto dopo essere stata offesa pubblicamente. Proprio in seguito a questi avvenimenti, una serie di società del Regno Unito ha ceduto alle pressioni dei media rinunciando agli accordi pubblicitari in essere con Ask.fm, per cui quindi si è profilato anche un danno economico.

Per quanto riguarda le nuove misure, John Carr, del Children's Charities' Coalition on Internet Safety ha commentato così ai microfoni della BBC:

"Il numero di moderatori impiegati sarà fondamentale così come la velocità della loro preparazione. Le misure annunciate oggi mostrano comunque che [in Ask.fm] hanno ricevuto il messaggio e si stanno muovendo nella giusta direzione."

Via | Theverge.com

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: