Google lancia gli ads mirati: nuove preoccupazioni per la privacy degli utenti

Google lancia gli ads mirati: nuove preoccupazioni per la privacy degli utentiNuovi contrasti per la privacy, e riguardano ancora una volta Google che ha rilasciato la sua nuova strategia pubblicitaria. Con il nome "interest-based" Google ha annunciato il nuovo sistema che porterà alla pubblicazione di ads mirati alle abitudini degli utenti. In che modo?

Ovviamente monitorando le ricerche degli utenti. il nuovo sistema, entrato in fase beta sui siti di Google oltre che su YouTube, consentirà agli inserzionisti di aderire a partire dal mese di aprile.

Sul blog ufficiale, Susan Wojcicki ha dichiarato che, secondo Google, è importante che i navigatori possano vedere annunci delle cose che li riguardano. Per coloro che volessero controllare questo sistema, Google ha messo a disposizione un pannello di impostazioni per aggiungere o eliminare le categorie di interesse. Ogni categoria può essere, inoltre, suddivisa in sottocategorie, in modo che gli utenti possano rendere più varia la loro offerta pubblicitaria.

Tuttavia questo nuovo sistema apre nuovi e preoccupanti interrogativi sulla privacy. Inutile dire che sono già partiti i primi segnali delle associazioni sostenitrici della privacy.

Google, bisogna dire, non è il primo motore di ricerca che compie un'operazione simile, ma è sicuramente il più grande. Microsoft già nel 2006 lanciò un sistema sperimentale simile.

Ma è ovvio che, con il suo peso a livello di quote di mercato, le decisioni di Google hanno un riverbero decisamente più grande.

Via | Arstechnica.com

  • shares
  • +1
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: