Google non è (ancora) Internet

Google non è (ancora) InternetLa presenza di Google su Internet è così radicata da aver impresso nella nostra mente l'idea (ovviamente sbagliata) che Google e Internet si equivalgano. In un interessante post sul suo blog, Matt Cutts ha spiegato i motivi secondo cui Google non cancella una pagina dal proprio indice quando qualcuno glielo chiede.

La risposta è stata semplice: non c'è molto da fare, perchè la pagina in questione non è spam, e solo dietro richiesta di un giudice si più cancellare un sito dall'indice di Google.

La differenza con Google Street View, per esempio, è che in quel caso è Google stessa ad aver creato gli elementi contenuti nel sito, mentre nel caso di un sito web, Google non ha nessun potere. Allo stesso modo in cui un sito Internet fa parte dell'indice di Google, un altro sito può non farne parte, per motivi statistici o casuali.

La questione, tuttavia, è un'altra: è vero che da un lato esistono tanti motori di ricerca, e ci sono diversi modi per trovare un sito (o farsi trovare), ma d'altra parte Google ha una posizione dominante nel settore, tanto da poter dire che "se non sei su Google non esisti".

Succede, quindi, che le persone, generalmente, si rivolgono a Google chiedendo di rimuovere un sito, credendo in questo modo di risolvere la questione. Qualcuno può sempre creare un sito web con contenuti diffamatori su di un utente e, se si riesce ad ottenere una rimozione da Internet, chi ha creato il sito può sempre duplicarlo altrove.

Google, in pratica, non ha il potere di vietare i flussi di informazioni. E' un'azienda privata, e come tale dovrebbe comportarsi. E' anche vero, però, che più Google cresce e più aumenta il suo impatto sociale e di immagine. Per adesso Google può intervenire solo nel caso di siti contenenti spam o malware, ma in futuro le cose potrebbero cambiare. Voi come la pensate?

Via | Mashable.com

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: