Microsoft taglia 5000 posti di lavoro

Microsoft licenziaChe sia colpa dell'iniziale diffidenza suscitata da Windows Vista o della crisi che attanaglia il globo (o più probabilmente di entrambe), fatto stà che Microsoft per rimpinguare le casse ed invertire il segno negativo che ultimamente accompagna le sue azioni, ha deciso di tagliare 5mila posti di lavoro.

I primi 1400 impiegati rimarranno a casa a partire da oggi e nel piano annunciato da Chris Liddell (Chief Financial Officer), altri 3600 subiranno la stessa sorte nel prossimo anno e mezzo; colpisce il fatto che Microsoft non debba far fronte a debiti bensì ad un -seppur consideravole- calo dei profitti dell'11%, che ha portato il big di Redmond ad incassare la non proprio esigua cifra di 4,17 miliardi di dollari nel quarto trimestre.

Nonostante le entrate pubblicitarie nello stesso periodo siano aumentate del 7% (664 milioni di dollari), il piano di licenziamenti, il più grande mai avviato da Microsoft, non è stato modificato.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: