Giudice USA stabilisce precedente importante nella lotta tra RIAA e P2P

Brutto colpo per la RIAAUn brutto tiro, quello che il giudice statunitense James P. Jones ha giocato alla RIAA nella causa "United States of America v. Dove", il cui imputato è Daniel Dove, fondatore di Elite Torrents, accusato di innumerevoli violazioni del diritto d'autore e di istigazione alla violazione dello stesso.

Dopo una prima dura sentenza in cui Dove era stato condannato a 18 mesi di reclusione, 2 anni di condizionale e 20mila dollari di multa, gli avvocati della RIAA hanno chiesto un risarcimento in base al mancato guadagno su ogni traccia o album di cui Dove è stato trovato colpevole di copyright infringement, valutando 7,22 usd per ogni album: totale 124.769 dollari, oppure 47000 se Daniel avesse preso parte a spot antipirateria.

Ma il giudice Jones ha stabilito che non c'è corrispondenza tra una traccia scaricata ed un mancato guadagno, cioè non tutto quello che viene scaricato sarebbe stato altrimenti comprato: con questo precedente le future richieste di risarcimento della RIAA saranno dure da portare avanti. Chi troppo vuole...

ArsTechnica.com

  • shares
  • Mail